Grande attesa per il “Palio degli Zoccoli” di Desio. Conto alla rovescia. La tradizionale manifestazione si terrà questo pomeriggio, a partire dalle 18. La rievocazione della battaglia di Desio del 1277 tra Torriani e Visconti taglierà il traguardo dei trent’anni. In programma, come da tradizione, il corteo storico e la corsa con gli zoccoli di legno intorno alla Basilica dei Santi Siro e Materno con alcune novità.

La manifestazione a partire dalle 18

 Si comincia alle ore 18 in Villa Tittoni con la partenza della sfilata: oltre 700 persone in costume per le vie della città (via Lampugnani, via San Pietro, via Gramsci, corso Italia, via Matteotti, via Trezzi, via Verdi, via Bengasi e via Garibaldi) per raggiungere, intorno alle 19.30, piazza Conciliazione. La sfilata sarà preceduta dal Corpo musicale «Pio XI Città di Desio», diretto dal Maestro Gioacchino Burgio, e dagli Sbandieratori di Borgo San Lazzaro.

La corsa con gli zoccoli

Intorno alle ore 20, dopo la “Lettura del proclama”, la partenza della corsa. Undici le contrade al via. In «pole» partirà la “Bassa”, vincitrice della prima edizione, affiancata da “San Pietro al Dosso” e “Dugana”. Poi tutte le altre: “Büsasca”, “San Giovanni”, “San Giorgio”, “Prati”, “Foppa”, “SS. Pietro e Paolo”, “San Carlo” e “Piazza”.

Leggi anche:  Ritardi e soppressioni: da Trenord ancora nessuna risposta

Il percorso

La novità di quest’anno riguarda il «percorso»: i due giri intorno alla Basilica saranno compiuti, come il primo anno, nel 1989, in senso antiorario. A contendersi il Palio le undici contrade, “San Pietro al Dosso” è la contrada vincitrice delle ultime sei edizioni. La “Foppa”, invece, resta la “regina” del Palio con nove vittorie.

La mostra

Prosegue nell’atrio del Palazzo comunale (piazza Giovanni Paolo II) la mostra fotografica sui trent’anni del «Palio degli Zoccoli» promossa dal «Circolo Fotografico Desiano». La mostra potrà essere visitata fino a sabato 23 giugno nei seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12.30, il martedì e il giovedì anche il pomeriggio dalle 15.30 alle 18. Oggi, domenica 10 giugno, apertura straordinaria dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 18 (ingresso libero).