In via Mazzini un defibrillatore in memoria di due novesi. E’ operativo da lunedì e si trova sulla cancellata della villetta al civico 32, dove abitavano i genitori di Marco Bandirali, volontario dell’associazione “60mila vite da salvare”, che lunedì  ha posizionato il salvavita

Defibrillatore in memoria di due novesi

“Sono uno dei tre figli di Emiralda Picco e Franco Bandirali, morti dopo una lunga sofferenza fisica – ha raccontato il volontario – Mia mamma mi ha sempre aiutato, quindi volevo tener vivo il ricordo dei miei genitori facendo qualcosa per la comunità novese”. ll dispositivo è stato installato dall’associazione  in collaborazione con il Comune

E’ il 14esimo salvavita in città

Presenti all’inaugurazione anche il sindaco Rosaria Longoni – “Una donazione molto importante per la città, quindi dico grazie” ha affermato – e il presidente di «60mila vite da salvare» Mirco Jurinovich. Questo è il 14esimo defibrillatore  per la città, il primo sulla recinzione di un’abitazione