Raddoppia il contributo del Comune di Limbiate alla «Tavola condivisa». L’Amministrazione ha rinnovato per un altro triennio la convenzione con la parrocchia San Giorgio stanziando 20mila euro all’anno che saranno destinati alla mensa solidale

Pasto caldo per una quarantina di persone

Il servizio, attivato nel 2014 dalla Giunta De Luca, viene usufruito attualmente una quarantina di persone che per vari motivi si trovano in difficoltà economica o a rischio emarginazione. Dal lunedì al venerdì sono accolti in parrocchia dal sorriso dei volontari che offrono loro un pasto caldo gratuito e un luogo sicuro dove trascorrere in compagnia e serenità il momento del pranzo

Dal 2014 lavoro di squadra tra parrocchia e Servizi sociali

Con la «tavola condivisa» lavorano in sinergia la parrocchia e i Servizi sociali del Comune intercettando il disagio sociale e offrendo un punto di riferimento per coloro che stanno attraversando un periodo difficile. Alla tavola condivisa si rivolgono italiani, stranieri, persone sole e famiglie, provenienti da tutti i quartieri di Limbiate

Leggi anche:  Giornata della Memoria: 200 studenti alla proiezione del film "Il figlio di Saul"

 

Falò in piazza e raccolta generi alimentari

A sostegno del progetto “Tavola condivisa” per tutta la settimana in chiesa San Giorgio sono stati raccolti generi alimentari. Alla mensa solidale sarà destinato il ricavato della manifestazione “Falò di Sant’Antonio, il falò che scalda il cuore” organizzato domani pomeriggio in piazza Tobagi dall’associazione Amiamo Limbiate. La pira si accende alle 17,  a seguire benedizione degli animali, distribuzione di panettone e vin brulé