Unione studenti al lavoro insieme ad Anpi e altri gruppi per contestare i “rigurgiti fascisti”

Il fatto

“Domenica 21 gennaio Casapound  organizza un banchetto di raccolta firme nella nostra città”, si legge nel comunicato diffuso in questi giorni. L’Anpi sezione di Vimercate stigmatizza con fermezza la presenza in piazza del banchetto di Casapound.

Perché no in particolare a Vimercate

“Tale iniziativa offende la memoria”, così Anpi in pieno accordo con l’Unione studenti che ha ricordato come la città porti la memoria dei martiri. “Vimercate città medaglia al valor civile per la Resistenza non può rimanere indifferente e concedere spazi a questi gruppi neofascisti”, ha rimarcato Meani dell’Unione studenti.

Il tentativo di bloccare il banchetto di domenica

Nel mese di dicembre l’Anpi ha inviato all’Amministrazione Comunale una richiesta per vietare il proliferare di questi fenomeni nella quale viene specificato quanto segue.  “Tutti coloro che si distinguono per comportamenti fascisti, razzisti, omofobi e che non sottoscrivano una dichiarazione di ripudio della violenza e adesione ai valori antifascisti sanciti dalla Costituzione, devono restare fuori da piazze e luoghi pubblici “.

La richiesta avrebbe dovuto passare in Consiglio ma non c’è ancora stato modo

Chiediamo che questa mozione venga discussa dal Consiglio Comunale e attuata al più presto. L’Anpi chiama alla mobilitazione tutte le forze democratiche e antifasciste. Inoltre chiede che queste siano unite nel fare appello alle istituzioni preposte affinché l’attenzione sia massima e venga attivato un processo di fermo contrasto ai rigurgiti fascisti.

Leggi anche:  Noi con l'Italia, una... Riga nel cuore

Domenica in piazza Roma insieme

Anpi nvita partiti, associazioni, sindacati, cittadini che si riconoscono in questi valori a partecipare numerosi al presidio di domenica 21 in piazza Roma dalle ore 9.30 alle 18.00 riempiendo la piazza di contenuti, interventi, proposte culturali e firmare l’appello nazionale “Mai più fascismi”.

Gli studenti

I ragazzi dell’Unione studenti di sono riuniti oggi, mercoledì per confermare la propria adesione al banchetto di domenica durante il quale sarà organizzata anche una mostra fotografica. Meani ha spiegato che poi il lavoro proseguirà nelle scuole per arginare “pericolose derive vietate dalla nostra costituzione per altro”.