A Usmate Velate i genitori diventano rugbisti. Un progetto singolare avviato nel fine settimana dal Rugby Velate per avvicinare mamme e papà allo sport praticato dai figli. Per consentire loro di conoscere anche meglio le regole.

“Troppo spesso i genitori si sono impauriti dal rugby, ritenuto uno sport violento e difficile da interpretare. Per questo motivo abbiamo voluto iniziare una serie di lezioni-allenamento dedicate ai genitori dei nostri tesserati”. A parlare è Marco Morao, vicepresidente del Rugby Velate.

Sabato pomeriggio la società biancazzurra ha mandato in scena quello che si spera possa diventare il primo appuntamento di una lunga serie.

Lezione teorica e poi tutti in campo

Una dozzina di genitori hanno preso parte alla lezione teorica tenuta da Giovanni Lazzari, arbitro Federale di Velate, prima di scendere in campo e prendere confidenza con uno sport ancora poco conosciuto in Italia: «Mi sono reso conto che i genitori rimangono spesso interdetti, non riescono a comprendere quello che i loro figli stanno facendo sul campo, a provare le loro stesse emozioni ha aggiunto Morao –  Quando a Natale una mamma è venuta a chiedermi di insegnarle il regolamento del rugby ho capito che era l’occasione giusta per dare vita a questo progetto».

Leggi anche:  Arrestato Malaspina e anche due famosi professionisti arcoresi

Primo allenamento positivo

Il primo impatto è stato decisamente positivo: «Siamo partiti bene, i genitori sono venuti carichi e vogliosi di imparare questo splendido sport – conclude Morao – Il nostro obiettivo è quello di dare continuità a queste lezioni e aumentare il numero di partecipanti ».