#Emblematici provinciali: con Fondazione Cariplo e Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus un nuovo bando congiunto di 500 mila euro per enti non profit sul territorio. Il bando potrà  sostenere interventi finalizzati alla cura, rigenerazione, riuso e valorizzazione dei beni comuni abbandonati.

500mila euro per i progetti emblematici provinciali

#Emblematici provinciali: Fondazione Cariplo e le Fondazioni di Comunità lanciano un’iniziativa congiunta: ogni territorio provinciale avrà a disposizione almeno 500 mila euro per quei progetti che vengono definiti “Emblematici provinciali”, iniziative di particolare rilevanza per il territorio. Fondazione Cariplo punta infatti sull’importante ruolo di antenne sul territorio  svolto dalle Fondazioni locali per individuare e selezionare progetti significativi da sostenere.

Il bando Emblematici provinciali

Il bando Emblematici provinciali ha la prerogativa di unire le competenze e le professionalità di Fondazione Cariplo e Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus. Fondazione Cariplo mette a disposizione risorse pari a 500 mila euro in collaborazione con la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus che, tenendo conto delle esigenze del territorio e delle sue peculiarità, evidenzia gli ambiti di intervento su cui agire.

Il Bando per gli interventi Emblematici Provinciali si riferisce a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti con quelli dei piani di azione di Fondazione Cariplo. La candidatura da parte degli enti deve rispondere ai requisiti di sussidiarietà ed esemplarità per il territorio ed esprimere valori filantropici e dimensioni idonei a generare un positivo ed elevato impatto sulla qualità della vita e sulla promozione dello sviluppo culturale, economico e sociale della comunità di riferimento.

#Emblematici provinciali: i settori di intervento

Potranno  essere ammessi a contributo, nell’ambito degli “Interventi Emblematici Provinciali”, i progetti e gli interventi selezionati coerenti con gli indirizzi delle aree filantropiche strategiche della Fondazione Cariplo principalmente nei macro settori: Ambiente, Arte e Cultura, Servizi alla Persona e Ricerca Scientifica.

Per il 2018 Fondazione Cariplo ha evidenziato nel Bando le aree di intervento: Sviluppo di comunità solidali, coese e sostenibili (welfare comunitario); benessere sociale ed economico dei cittadini del territorio; realizzazione, inclusione e inserimento dei giovani nella comunità.

A questi macro temi, la Fondazione di Comunità ha aggiunto alcuni obiettivi specifici,  valutati sulla base delle esigenze e delle richieste del territorio. Area servizi alla persona: progetti rivolti alle fasce più deboli in particolare ai disabili, ai minori, agli anziani e per il sostegno alle famiglie. Area arte e cultura: progetti rivolti alla valorizzazione e alla conservazione di beni e attività di interesse artistico, storico e culturale. Area ambiente: progetti rivolti alla tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente e alla corretta utilizzazione delle risorse naturali. Area ben comuni: coerentemente con gli obiettivi indicati, il bando potrà sostenere interventi finalizzati alla cura, rigenerazione, riuso e valorizzazione di beni comuni abbandonati o sottoutilizzati attraverso processi di collaborazione e co-progettazione tra cittadini, organizzazioni private e istituzioni pubbliche.

Leggi anche:  Avis Arcore punta a vincere la Monza-Resegone

I beni comuni

Il bando, come nelle due precedenti edizioni, potrà sostenere interventi finalizzati alla cura, rigenerazione, riuso e valorizzazione di beni comuni abbandonati o sottoutilizzati attraverso processi di collaborazione e co-progettazione tra cittadini, organizzazioni private e istituzioni pubbliche. La Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus privilegerà i progetti aventi per oggetto il bene pubblico o del privato sociale abbandonato o in stato di degrado che possano “trasformare” quel bene in bene comune. Il fine strategico è proprio la liberazione, nell’interesse generale, delle energie presenti nelle comunità locali e la ricostruzione dei legami di comunità grazie alla cura condivisa dei beni comuni.

Con l’espressione “Beni Comuni” si fa riferimento a tutti quei beni materiali (immobili di proprietà pubblica o privata non profit, come scuole, stazioni, caserme, biblioteche, piazze, parchi, giardini, sentieri, ecc.) che, se curati o rigenerati nell’interesse collettivo e generale, migliorano la qualità della vita di tutti i membri di una comunità.

Scadenze e termini del bando

Le organizzazioni  non profit potranno presentare i progetti alla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza entro il 12 ottobre 2018, secondo le modalità di regolamento del bando, disponibile sui siti:  www.fondazionemonzabrianza.org e www.fondazionecariplo.it

Per ogni singolo progetto il bando prevede un contributo minimo di 100.000 euro ed un costo complessivo di almeno 200.000 euro. Nel caso di progetti finalizzati alla cura, rigenerazione, riuso  e valorizzazione di beni comuni abbandonati o in stato di degrado, il contributo non può essere inferiore a 50.000 euro ed il progetto deve avere un costo almeno di 100.000 euro.

Già stanziati quattro milioni di euro

Le otto precedenti edizioni del bando emblematici provinciali hanno visto la selezione di ben 37 grandi progetti in ambito sociale e culturale con uno stanziamento complessivo di 4 milioni di euro. Negli ultimi due anni il focus sui beni comuni ha consentito di valorizzare e rendere nuovamente fruibili dall’intera comunità beni storici e significativi quali Villa Dho a Seveso e la Casa del lavoratore di Arcore. Questi interventi affiancano al restauro la cura,  la rigenerazione e il riuso dei beni attraverso processi di co-progettazione e collaborazione tra cittadini, organizzazioni private e istituzioni pubbliche.