L’ex avvocato del Comune batte cassa e trascina il Municipio di Monza in Tribunale, chiedendo un maxi versamento da poco meno di un milione di euro, per la precisione 920.925 euro.

La causa per un milione

Il legale in questione è Ercole Romano, lo stesso che si era occupato per conto dell’Amministrazione – all’epoca guidata dal sindaco di centrosinistra Michele Faglia – dell’affaire Cascinazza. E che aveva salvato l’area verde più grande di Monza dal cemento che Paolo Berlusconi intendeva versare sotto forma di un complesso residenziale che avrebbe dovuto chiamarsi «Milano 4». Secondo Romano, il Comune lo avrebbe pagato solo parzialmente per le attività svolte sotto la Giunta Faglia. Di qui la richiesta degli oltre 920.000 euro.

La difesa del Comune

Ma il Comune non ha esitato a rispedire al mittente le richieste, decidendo di costituirsi e resistere e affidando quindi l’incarico agli avvocati interni. Ma non è la prima volta che l’avvocato ricorre alle vie legali contro il Comune. Infatti, già nel 2008 aveva presentato un conto salatissimo da un milione e 187.470 euro. La cifra, tuttavia, era stata contestata dal Comune, che aveva invece ridefinito  “l’importo di 302.500 euro liquidato in sentenza per spese legali”.