Per 79 volte non ha pagato il casello dell’autostrada ma il tribunale di Verbania lo ha assolto dall’accusa di insolvenza fraudolenta. E’ accaduto ad un artigiano brianzolo.

Per 79 volte non ha pagato l’autostrada brianzolo assolto

La vicenda ha per protagonista un artigiano della provincia di Monza e Brianza.  In sostanza durante il processo non è stato possibile dimostrare con certezza che alla guida del furgone che per 79 volte non ha pagato il pedaggio ci fosse proprio lui. Quindi il Tribunale di Verbania lo ha assolto dall’accusa di insolvenza fraudolenta.

La società Autostrade, parte civile nel processo, ha documentato tutti i passaggi del mezzo al casello Lago Maggiore della A 26, per un importo complessivo non pagato di quasi 1500 euro. Le telecamere presenti lungo la barriera autostradale hanno inoltre ripreso il furgone ad ogni passaggio tra il dicembre 2014 e la prima metà del 2015. Ma nonostante tutte le prove presentate non è stato possibile dimostrare che al volante ci fosse proprio il brianzolo proprietario del mezzo.

Leggi anche:  Andrea Mandelli confermato alla guida dei farmacisti italiani

Il giudice lo ha quindi assolto da ogni accusa.