Il liceo scientifico e classico Majorana ha onorato il lavoro di due professoresse che hanno lasciato un ricordo importante per la storia di questa scuola, intitolando un’aula e un laboratorio a loro memoria.

Un’aula intitolata alla professoressa Bianchi Porro

Rimarrà sempre presente a scuola la professoressa Barbara Bianchi Porro, docente di Lettere dal 2010 al 2018. Alla presenza dei suoi studenti attuali, ma anche ex studenti, di colleghi e della preside, ci sono stati interventi per ricordarla, e sono stati suonati e cantati dal vivo alcuni brani musicali. Poi tutti insieme si sono recati davanti all’aula 2B classico per scoprire la targa su cui c’è la scritta: «Ricordo quante volte, chiacchierando insieme, abbiamo fatto tramontare il sole» (Callimaco, AP VII, 80). Molti i commenti su Facebook per salutarla. «Ecco dunque le tre cose che contano: fede, speranza e amore. Ma più grande di tutte è l’amore… quello che Barbara ha vissuto con infinita dolcezza e gentilezza» scrive Flavia Schiatti. «Dolcissima Barbara….eri una bella persona con un grande cuore. Che la tua anima voli leggera e libera dalla tempesta» aggiunge Paola Nobili. «Barbara era una persona eccezionale, di quelle che non si dimenticano” il pensiero di un’altra collega.

Leggi anche:  Il Comune: stop all'abbandono delle tartarughe

Il laboratorio di Scienze porta il nome della prof Maroni

A novembre era venuta a mancare la professoressa Carmen Maroni di Scienze. Sabato 12 maggio è stato intitolato a lei il laboratorio di Scienze. Sulla targa sta una splendida ammonite, una pietra che il marito molti anni fa aveva regalato alla moglie Carmen, appassionata di minerali e lui ha voluto donarla al liceo. La comunità del Majorana si è espressa così: «Avremmo tutti voluto comunicare a Carmen molto di più di quanto siamo riusciti a dire e che siamo riusciti forse a esprimere negli intensi e silenziosi sguardi scambiati capaci di esprimere, molto più delle parole, tutta la nostra vicinanza e il nostro affetto».