Al via il progetto legalità e lo sportello di ascolto. Con queste due iniziative alle scuole medie di Bovisio si rafforza il Piano del diritto allo studio varato dall’assessore ai Servizi educativi Barbara Colombo.

Simulazione di un processo

Nel corso di questo anno scolastico gli alunni saranno coinvolti dagli operatori dell’associazione “Valeria” di Milano in alcuni incontri con due avvocati esperti di diritto minorile. Gli alunni di prima conosceranno quindi i fondamenti dell’ordinamento giuridico del nostro Paese che introdurranno alle regole del vivere comune. Seguirà un percorso sull’importanza della legalità che si concluderà con una prova pratica piuttosto singolare ma sarà importante per testare quanto i ragazzi abbiano realmente appreso dall’esperienza. Gli alunni parteciperanno alla simulazione di un processo durante il quale verranno interpretate le varie parti in causa.

Un supporto per far emergere le potenzialità

Lo sportello d’ascolto invece non è un progetto nuovo per le scuola bovisiane ed è dedicato agli studenti di tutti gli ordini scolastici. E’ supportato da uno psicologo che sarà affiancato da un teen coach che avrà il compito specifico di cercare di far emergere le potenzialità del singolo alunno o del gruppo classe. Lavorerà quindi per accrescere i punti di forza degli studenti. Il progetto è stato affidato alla cooperativa sociale La fucina di Rho.

Leggi anche:  Studenti premiati: il Modigliani primo nel progetto di alternanza scuola lavoro

“Si tratta di due iniziative innovative che rendono ancora più appetibili l’offerta formativa delle nostre scuole” ha commentato soddisfatta l’assessore.