Il candidato del Centrosinistra in Regione interviene sulla questione degli asili nido “Se eletto mi impegno a realizzare 5.000 nuovi posti negli asili nido e a rendere il costo più accessibile alle famiglie”

Asili nido in Lombardia Gori “5mila nuovi posti”

Giorgio Gori interviene sulla questione degli asili nido in Lombardia direttamente sul suo Profilo Facebook. “In Lombardia nel 2016 circa 5.000 mamme hanno dato le dimissioni per “difficoltà nella gestione delle cure familiari. E oltre 3.000 hanno dichiarato di averlo fatto perché i figli non sono stati accolti al nido, perché non avevano parenti che potessero aiutarle o perché i costi per l’assistenza dei bambini erano troppo gravosi. Dobbiamo rimuovere gli ostacoli che allontanano le donne dal mondo del lavoro – scrive Gori – perché è giusto farlo, ed anche perché è importante per lo sviluppo della nostra regione.

asili nido in Lombardia

L’impegno se eletto

Una volta eletto Presidente della Regione Lombardia io mi impegno a realizzare 5.000 nuovi posti negli asili nido e a rendere il costo più accessibile alle famiglie. Perché anche qui vogliamo raggiungere i Paesi più avanzati d’Europa: più servizi per l’infanzia, più donne libere di lavorare. Fare meglio si può.”

Leggi anche:  Gli studenti di Lentate in visita al Consiglio regionale

Evitare le liste d’attesa

Secondo Gori occorre “evitare le liste d’attesa per gli asili nido là dove ci sone e creare più posti per i bambini della fascia 0-3 anni. E’ una richiesta che arriva non solo dalle famiglie lombarde, ma anche dall’Unione europea, secondo cui si deve raggiungere l’obiettivo minimo di 33 posti ogni 100 bambini. La Lombardia, invece, raggiunge una media appena del 25%”.