Un atelier digitale inaugurato alla scuola secondaria di primo grado Traversi. I ragazzi ora potranno lavorare nell’ambito della robotica.

Una scuola sempre più digitale

L’idea del progetto si è sviluppata nel marzo 2016 quando il Miur ha emesso un avviso per stimolare le scuole a progettare aule e spazi innovativi. “Per noi è stata anche l’occasione per completare la partecipazione ai due bandi Pon dell’Unione Europea. Il primo ci ha permesso di dotare ogni aula di una lim e di un computer portatile, mentre l’altro ha consentito di installare tre reti wi-fi” spiega il dirigente scolastico Maria Grazia Perego. 15 mila sono gli euro di finanziamento da parte del Miur, mentre circa 30 mila euro sono i finanziamenti arrivati dai due bandi Pon.

Al lavoro con i robot

Grazie all’atelier digitale i ragazzi della scuola Traversi potranno lavorare sulla robotica. “Il progetto, classificatosi 33esimo sugli oltre 300 della Lombardia, prevede un lavoro da parte degli studenti con 24 kit di robotica, pc portatili e apposite attrezzature che permettano di lavorare in questo campo. Obiettivo è rinnovare il curriculum di matematica e tecnologia dei ragazzi, introdurli al coding e alla robotica educativa, inseguire il pensiero computazionale. L’apprendimento viene promosso attraverso il fare e vengono esercitate capacità meta-cognitive. I ragazzi svilupperanno pensieri autocritici e computazionali e impareranno a lavorare in gruppo” spiega il professor Stefano Iasi.

Leggi anche:  Schianto sulla Milano Meda "Ora si faccia una perizia"

Tante collaborazioni

La realizzazione dell’atelier digitale è stata possibile anche grazie a tante collaborazioni. “In primis quella con il liceo Marie Curie – spiega la dirigente – gli studenti, con un progetto di alternanza scuola-lavoro, aiuteranno i nostri professori con l’installazione e la predisposizione dei robot”. Inoltre hanno collaborato anche alcune aziende medesi, il comitato genitori, la Confartigianato e l’Amministrazione comunale, in particolare l’assessorato all’Istruzione. In rappresentanza proprio del Comune erano presenti all’inaugurazione dell’atelier il sindaco Luca Santambrogio e l’assessore Alessia Villa.