Dieci anni di successi, a Cesano, per la fiera zootecnica di Cascina Gaeta. “Quando dieci anni fa, quasi per scherzo, abbiamo deciso di organizzare la prima fiera zootecnica non avremmo mai creduto che saremmo arrivati fino a qui. E invece, grazie alla passione dei volontari, che si vogliono dare da fare per il quartiere, abbiamo raggiunto questo importante traguardo”. Grande la soddisfazione per Moris Bellesso, presidente dell’associazione “Amici di Cascina Gaeta”, all’inaugurazione della decima edizione della manifestazione zootecnica. Un appuntamento fisso, una tradizione imperdibile, un evento atteso dai cittadini, che come sempre ha riscosso un grande successo.

Alla scoperta delle origine agricole di Cesano

I visitatori hanno potuto immergersi nella realtà agricola, con gli animali di allevamento della Brianza, gli stand degli espositori con prodotti della terra e momenti di divertimento per grandi e piccoli, con la possibilità di effettuare un giro in sella ai cavalli. Novità di quest’anno, l’intervento della Fanfara dei Bersaglieri, che ha preceduto il momento del taglio del nastro, la dimostrazione del centro cinofilo “Abc Dog Team” e la presenza della “Fiera dei Mercanti”, con prodotti esclusivamente italiani. Immancabili il raduno di auto d’epoca organizzato dal “Club Auto Moto Storiche Amici della Brianza”, le bancarelle con prodotti tipici e le esposizioni di mezzi agricoli, oltre alla presenza di bovini, ovini, asini sardi, pecore e polli brianzoli.

Leggi anche:  Il nuovo Comitato civico di quartiere si è messo in ascolto di Mulinello

Il taglio del nastro con le autorità

“La presenza di così tanti volontari ed espositori è il motivo che mi spinge ad andare avanti”, ha affermato Bellesso, ringraziando l’Amministrazione comunale e tutti i visitatori. “E’ un evento che sono felice di inaugurare perché ricorda le origini agricole di Cesano – ha dichiarato il sindaco Maurilio Longhin – Lo sviluppo della società industriale ci ha fatto un po’ dimenticare le attività legate alla coltivazione e all’allevamento degli animali; questa fiera ripropone la realtà agricola, ricordandoci queste tradizioni”. “Che questa giornata diventi una sorta di provocazione per impostare diversamente la nostra vita, riscoprendo i valori legati alla terra”, gli ha fatto eco don Sergio Massironi prima di impartire la benedizione.

Nel ricordo di un volontario speciale

Sono stati i famigliari di Mario Sguotti, un “pilastro” dell’associazione “Amici di Cascina Gaeta” scomparso recentemente, a tagliare il nastro della manifestazione zootecnica. Un gesto simbolico, per dedicare a lui la decima edizione dell’evento che ha sempre contribuito a organizzare. A lui i volontari hanno rivolto un pensiero colmo d’affetto e di riconoscenza.