In arrivo due rotonde per rendere più sicura via Monte Rosa ad Arcore

Se fino a qualche settimana fa c’era solo l’idea, ora si può parlare con disegni alla mano. In città si continua a discutere della pericolosità del tratto di via Monte Rosa compreso tra la nuova palestra che ha appena aperto i battenti e il distributore «Esso».

Un tratto di strada provinciale molto pericoloso

Un tratto di strada provinciale che, soprattutto negli ultimi mesi, ha fatto registrare incidenti. Ed è una fortuna che non è ancora scappato il morto.

Lo sanno bene gli assessori Fausto Perego e Roberto Mollica Bisci i quali, in queste settimane, non sono stati di certo a guardare ma hanno accelerato l’iter burocratico per arrivare presto a mettere in sicurezza la strada.

I due svincoli

Nei giorni sorsi gli uffici comunali, su indicazione di Perego e Mollica Bisci, hanno tratteggiato un progetto viabilistico che potrebbe risolvere per sempre la situazione. Un disegno che necessiterà ulteriori confronti con la Provincia ma l’impostazione generale comunque è chiara.

Operazione a costo zero per le casse comunali

“Abbiamo ipotizzato la realizzazione di due rotatorie di dimensioni ridotte sull’asse principale, una all’altezza dell’incrocio con via San Martino e Resegone, l’altra in corrispondenza della nuova palestra – ha spiegato l’assessore Fausto Perego – La rotatoria con via San Martino, con tutta probabilità, verrà modificata. Stiamo pensando di creare una rotatoria “a fagiolo”, per intenderci come quella che hanno realizzato su viale delle Industrie a Monza, davanti al cimitero. In questo modo chi arriverà all’incrocio da via Resegone non sarà costretto a girare a destra, ma potrà anche svoltare a sinistra in direzione Lesmo”.

Tra le opere previste anche più parcheggi

Le novità, però, non finiscono qui.

“Oltre alle due rotatorie stiamo anche pensando di realizzare un cordolo centrale così da impedire il cambio corsia e incanalare alla rotonda ogni attraversamento – ha continuato Perego – Sarebbe poi sistemata la parte tra carreggiata e attività commerciali con una sorta di controviale, che ci permetterebbe anche di realizzare una quarantina di parcheggi e la messa in sicurezza dei clienti che si recheranno nelle varie attività commerciali che insistono lungo via Monte Rosa”.

Interviene anche la Provincia

Opere importanti, ma con che soldi verranno realizzate? E qui la Giunta potrebbe, come si suol dire, estrarre il coniglio dal cilindro e realizzare le le opere viabilistiche senza sborsare un euro.

“La rotatoria all’incrocio con via San Martino verrebbe realizzata dalla Provincia di Monza – ha continuato Perego – Il controviale, invece, potrebbe essere realizzato da Kasanova che, proprio recentemente, ha ultimato i lavori di ampliamento degli spazi commerciali. Infine, la rotatoria davanti alla nuova palestra e la pista ciclo pedonale accanto alla carreggiata in direzione Lesmo, invece, potrebbero essere realizzate, a scomputo degli oneri, da “Aldi”, la catena di supermercati tedesca che ha già aperto i battenti a Bernate, nell’ex area Lamperti, ma che vorrebbe inaugurare un nuovo punto vendita in città a pochi metri dal centro commerciale “Il Gigante” e da “Agrate Carni”.

Secondo indiscrezioni il nuovo punto vendita «Aldi» troverebbe sede in un capannone industriale dismesso e riconvertito, poco prima della palestra, un tempo sede della «Rextex».

Leggi anche:  25 Aprile festeggiato con i bambini a Veduggio VIDEO

L’ARTICOLO INTEGRALE SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA DA MARTEDI’