In via Modigliani, a Peregallo, soprattutto nelle vicinanze dei condomini che si trovano ai civici 36, 38 e 40 non riescono più a chiudere occhio, di notte, per colpa di un gallo canterino.

Si sono appellati anche all’Amministrazione comunale e alla Polizia locale per chiedere di «zittire» l’animale.

Ma il proprietario non ne vuole sapere di… tirargli il collo: «Siamo a posto con la legge», dice.

Singolare vicenda d’altri tempi…

Una vicenda singolare, verrebbe da dire d’altri tempi, quella che va avanti dalla scorsa primavera in via Modigliani, a Peregallo, e che ha per protagonista un galletto «americanino» di proprietà di Pasqualino Arduino.

Quest’ultimo risulta essere proprietario di un piccolo appezzamento di terreno in località «Cascina Variona», dove alleva caprette, e una decina di pennuti, tra cui il gallo canterino.

Sfortuna vuole che il grande pollaio si trovi a poche decine di metri dalle camere da letto dei condomini di via Modigliani.

E quando l’animale inizia a cantare di notte, i suoi «chicchiricchì» raggiungono facilmente le abitazioni vicine, provocando le ire dei proprietari.

Leggi anche:  E' morto il giardiniere precipitato nella villa di Berlusconi

TUTTI I PARTICOLARI DELLA CURIOSA VICENDA, CON L’INTERVISTA AI CONDOMINI E AL PROPRIETARIO DEL GALLETTO, LI POTRETE TROVARE SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA DA QUESTA MATTINA, MARTEDI’