Inquilini morosi alle case comunali di Limbiate due su tre non pagano. Accumulato un debito di 245mila euro che l’Amministrazione comunale è intenzionata a recuperare

Due su tre non pagano

La cifra si riferisce al canone di affitto – dai 20 euro in su – e alle spese condominiali. Gli alloggi comunali sono 78 e situati in vari punti della città, gli appartamenti si concentrano soprattutto in via Trento, in via Monte Grappa, via Monte Sabotino, via Buonarroti

Incremento del debito negli ultimi anni

Gli uffici comunali hanno fatto i conti dell’incremento del debito negli ultimi anni: al 31 dicembre 2015 mancavano all’appello 67mila euro, nel 2016 se ne sono aggiunti 62mila, nel 2017 altri 107mila, e nei primi tre mesi del 2018 ancora 17mila. Per una cifra complessiva appunto di 245mila euro con una media di 3.250 euro di debito ad alloggio

Le lettere di sollecito

Alla luce di questi dati, il sindaco Antonio Romeo è pronto ad andare fino in fondo nel recupero crediti. «Stiamo mandando le lettere di sollecito – ha premesso il primo cittadino – poi passeremo alla verifica dei requisiti entro il mese di agosto e potremmo attuare degli adeguamenti al canone d’affitto»

Leggi anche:  La banda suona per i 150 anni del Comune

L’appello del sindaco

Per Romeo la situazione è molto seria: se ognuno non fa la sua parte, il sistema rischia il collasso. «Il Comune può continuare ad aiutare chi ha bisogno solo se c’è collaborazione – ha avvertito – se non entra neanche quella goccia come possiamo pensare di sobbarcarci degli investimenti? Se non cambia qualcosa l’intervento di riqualificazione di Cascina Dandolo sarà l’ultimo»