Alcuni brugheresi avevano investito i loro risparmi in diamanti e avevano perso tutto. Alcune banche hanno deciso di rimborsarli, altre invece…

Diamanti come investimento… a perdere

Avevano scelto i diamanti come investimento: così tre brugheresi hanno perso migliaia di euro. Le banche gli avevano consigliato i mettere al sicuro i loro soldi comprando i preziosi oggetti tramite delle società intermediarie, ma i prezzi si sono rivelati gonfiati. Così nel giro di pochi mesi si sono accorti di aver perso metà del capitale iniziale di investimento. Si parla di decine di migliaia di euro.

Qualcuno ha deciso di rimborsare

Gli investitori hanno chiesto aiuto alla Codici, associazione di consumatori che opera in città. “Dopo vari incontri con le società, ai quali le banche non si sono mai presentate, pur avendo collocato i diamanti da investimento presso le proprie filiali ai propri risparmiatori, ha avuto luogo un progressivo smarcamento di alcune di esse, che hanno deciso di rimborsare in toto la cifra pagata dai propri clienti”, ha spiegato l’associazione.

Leggi anche:  Salta la visita di Matteo Salvini a Brugherio

Altre banche invece si sono defilate

Altre invece “continuano a respingere tutte le richieste avanzate durante la trattativa intercorsa tra le Associazioni
di Consumatori e le stesse aziende, affossando in questo modo ogni tentativo di conciliazione. Ricordiamo però che, queste banche sono comunque responsabili di una vendita con percentuali ben al di sopra dei valori di mercato dei preziosi”, ha sottolineato il sodalizio.

“E’ scandaloso, non ci fermeremo”

“Per Codici l’atteggiamento ostruzionista da parte di queste banche è scandaloso e perciò continueremo con la nostra azione di classe, a costo zero per i cittadini, contro le banche che osteggiano qualsivoglia tentativo di risoluzione. Non ci fermeremo finché la richiesta dei danni subiti non troverà un giusto risarcimento”, ha affermato Davide Zanon, Segretario Regionale di Codici Lombardia.