Il Movimento 5 Stelle ha protocollato un’interrogazione in merito al degrado nel parcheggio della stazione Trenord di Cesano Maderno. Se ne parlerà nel prossimo  Consiglio Comunale.

Degrado nel parcheggio della stazione di Cesano

Nessuna pulizia, assenza di segnaletica orizzontale e di videosorveglianza e troppi rifiuti. Il degrado nel parcheggio della stazione Trenord di Cesano Maderno – utilizzato da centinaia di cittadini –  ha spinto il Movimento 5 Stelle cittadino a protocollare una interrogazione da presentare nel prossimo Consiglio Comunale. Dario Pizzarelli e Giulia Fumagalli  i due firmatari.

La delibera del 2012

In particolare nell’interrogazione si fa riferimento alla Deliberazione della Giunta Comunale del 2012. In quella data è stato “approvato lo schema di accordo per l’uso temporaneo di parte dell’area compresa entro l’ambito del piano di lottizzazione in via Solferino. Nell’accordo tra il Comune e la società Sforzesca S.r.l. si prevede di destinare temporaneamente a uso parcheggio la suddetta area”. Nell’accordo – scrivono i due rappresentanti del Movimento nell’interrogazione –  l’articolo 7 prevede che “Il Comune si impegna a custodire e a conservare le aree ricevute in consegna con la dovuta diligenza”.

Leggi anche:  La fioritura del ciliegio secolare vale una passeggiata. Non per tutti...

Le richieste al Sindaco

Vista la situazione in cui versa oggi il parcheggio ecco le richieste formulate dal Movimento al Sindaco:

1. Se è possibile, entro un mese, riportare l’area in condizioni igienico-operative dignitose, restituendo decoro urbano alla zona (sfalcio vegetazione, pulizia rifiuti,
rifacimento segnaletica orizzontale, ripristino manto stradale);
2. Se non ritenga opportuno emettere ordinanza di sfalcio per la proprietà confinante, la cui vegetazione fuoriesce in alcuni punti, oltre a nascondere rifiuti ed essere
terreno nel quale può proliferare l’ambrosia.
3. Se non ritenga opportuno installare apparecchi di videosorveglianza al fine di migliorare la sicurezza e prevenire fenomeni di illegalità.

Tutte le foto del parcheggio