Un locale di Arcore sequestrato alla criminalità organizzata.

Si tratta di un negozio con due vetrine e grande poco meno di  50 metri quadrati, che si trova in via Primo Maggio, accanto alla biblioteca e alla “Sala del Regno” dei Testimoni di Geova.

Un caso simile a quanto già avvenuto a Lesmo il mese scorso (leggi qui), anche se in quel caso il sequestro riguardava una villa di lusso di via 25 Aprile.

Comune interessato ad acquisirlo

La procedura burocratica per questo tipo di beni sequestrati prevede che il locale possa essere affidato al Comune se quest’ultimo ne fa richiesta.

Nel frattempo l’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscatia alla criminalità organizzata” (ANBSC), d’intesa con il Prefetto di Milano, ha convocato i sindaci sul cui territorio comunale sono presenti unità immobiliari da assegnare secondo le finalità dell’art. 48 del D.Lgs.
159/2011 e s.m.i., che ne prevede una finalità sociale o istituzionale.

E anche il sindaco Rosalba Colombo parteciperà alla riunione  in programma per il prossimo 29 maggio alla Prefettura di Milano.

Leggi anche:  Suora ultrà canta l'inno della Juve FOTO E VIDEO

“Siamo interessati al locale sequestrato”

“Ovviamente siamo interessati a questo locale sequestrato e lo faremo presente durante la riunione del prossimo 29 maggio – ha sottolineato l’assessore ai Lavori Pubblici Fausto Perego – Stiamo già anche pensando alla futura destinazione dell’immobile che potrebbe essere affidato ad una associazione arcorese”.