Tenta l’impresa l’uomo delfino. Venticinque metri a delfino, la specialità più impegnativa, in meno di trenta secondi. Ammanettato. Con polsi e caviglie bloccate.

Appuntamento alla piscina comunale

È l’”impresa” che Paolo Eros Cerizzi proverà a portare a termine venerdì 8 dicembre alle 13 presso la piscina comunale (via Serao – Agnesi). obiettivo è entrare nel libro dei Guinness World Records. E, per L’uomo delfino», come è chiamato, non sarebbe il primo record. Il 23 settembre 2011 è entrato nel Guinness World Records con il primato “Furthest Swim Wearing Handcuffs, la massima distanza di nuoto ammanettato. Lo ha ottenuto attraversando lo Stretto di Messina nuotando legato con manette d’acciaio ai polsi: 3.162 metri tra Punta Faro a Villa San Giovanni in 2 ore e 01 minuti. A Grand Cayman il 9 giugno 2012 ha nuotato 1 miglio, cioè 1.852 metri, in solo 1 ora e 14 minuti, sempre a delfino e sempre legato con manette d’acciaio.

Una sfida eccezionale

L’impresa di Paolo Eros Cerizzi ci entusiasma – spiega l’assessore allo Sport, Giorgio Gerosa – innanzitutto perché è un desiano e, poi, perché contribuisce a mettere in luce, in modo nuovo e originale, il tema della sfida con se stessi e della scoperta dei propri limiti. Perché ognuno di noi, nel suo piccolo, può essere eccezionale: nel lavoro, in famiglia, nello studio, nello sport. È per questo che abbiamo voluto sostenere questa impresa e che chiediamo anche ai desiani di dare una mano a Paolo, passando in piscina anche solo per un saluto.

Il nonno è il suo fan più accanito

Paolo Eros Cerizzi, 43 anni, di Desio, ingegnere civile, è sposato e ha due figli di 8 e 5 anni. A 31 anni con il “Team Lombardia”, allenato da Fabio Zulian, ha iniziato a nuotare sulle lunghe distanze a delfino. Il passo successivo è stata l’idea di entrare nel “Guinness World Record” provando a battere un record presente nel «libro”: Cerizzi nell’ultimo mese ha lavorato per ottimizzare la resa della gambata a delfino in condizioni di ipossia con Marco Capitoli,istruttore di apnea di Apnea Academy, scuola di formazione e ricerca per l’apnea subacquea di Busto Arsizio.”Finalmente dopo essere stato richiesto all’estero, approdo in Italia, nella mia città Desio, tra i miei sostenitori – ha commentato Paolo Eros Cerizzi – C’è qualcuno che mi segue anche da oltreoceano, ma il fan più accanito è sempre mio nonno Oreste di Lissone, che ha compiuto 96 anni lo scorso 2 dicembre. Lui mi dice sempre di sottolineare che il suo ‘nipotino’ ha vissuto la sua infanzia nella città di Lissone”.

Leggi anche:  A Desio cambia l'illuminazione pubblica

Userà manette standard in dotazione alle forze dell’ordine

Le manette ai polsi sono standard, quelle in dotazione alle forze dell’ordine usano, mentre quelle alle caviglie sono state studiate per minimizzare i pesi e gli ingombri e prodotte dalla ditta «Filleti Expert» di Desio. Cerizzi le potrà provare solo durante il tentativo di record e questo aggiungerà un’ulteriore difficoltà alla prestazione. “Ho voluto organizzare questo evento perché credo nelle capacità sportive di Eros, che conosco da anni, e nei valori che trasmette con le sue imprese, ha dichiarato Marco Campetti presidente del “Milan Club Nino Campetti” di Casorezzo che ha promosso l’evento in collaborazione con “Team Lombardia Nuoto” e “M.G.M. Sport srl” e con il patrocinio del Comune di Desio.

Solidarietà ai bimbi meno fortunati

“In accordo con Eros e grazie ai nostri sostenitori, abbiamo voluto rivolgere un pensiero ai bambini meno fortunati: per questo il ricavato dell’evento sarà devoluto a favore del “Comitato Maria Letizia Verga” per lo studio e la cura della leucemia del bambino”.
Il tentativo di record rientra nel programma dell’Assessorato agli Eventi delle iniziative di Natale si svilupperanno per oltre un mese a partire dall’appuntamento dello scorso sabato 2 dicembre con l’accensione dell’albero di Natale e l’inaugurazione della pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza Conciliazione all’Epifania, sabato 6 gennaio.