Da un anno e mezzo combatte contro un «mostro» terribile, un tumore al seno con metastasi ossee. Se voglia di vivere, determinazione e forza di volontà dovessero unirsi in un simbolo, di sicuro lo troverebbero in Laura Maringoni. 37 anni, cresciuta a Nova ma trapiantata in Piemonte da 12, dove si è trasferita per amore, è  mamma di due bimbi di 4 anni e 17 mesi. Ora si sottoporrà a una cura sperimentale negli Stati Uniti

L’inizio della malattia

La diagnosi è arrivata tardi, nel luglio 2016 quando Laura era incinta di sette mesi del suo secondo figlio. Dopo mesi di dolori insopportabili il bambino viene fatto nascere con un cesareo, poi la  mamma entra in sala chirurgica per essere operata d’urgenza alla schiena. L’intervento va bene ma i medici dicono che non avrebbe più camminato, ma Laura dopo qualche settimana è tornata in piedi. «Ho fatto la riabilitazione e con molta testardaggine a dicembre mi sono alzata – ha raccontato – ho dovuto ripartire da zero, oggi ho ancora qualche problema di deambulazione, ma cammino».

La speranza in Texas

Nella sua battaglia contro il «mostro», Laura ha consultato i migliori oncologi, si è documentata per conto suo fino a raggiungere un elevato grado di conoscenza della malattia. «Questa forma tumorale è molto aggressiva perché continua a mutare ma io non mi arrendo – ha affermato – non è facile né fisicamente né psicologicamente, sono sempre sotto chemioterapia, la malattia distrugge tutto quello che hai, non puoi fare progetti ma vivi di mese in mese, la vita è sconvolta, il mio lavoro è fermo da due anni». Un giorno Laura si è imbattuta nella scoperta del dottor Mauro Ferrari, in Texas: «L’ho contattato e ha valutato la documentazione che gli ho inviato, così mi ha inserito nel gruppo di sperimentazione che partirà l’anno prossimo. Devo essere certa di averle provate tutte perché voglio vedere crescere i miei figli» è la sua sfida.

Leggi anche:  Vimercate, la visita per il tumore può attendere... più di un anno

Cure costose

Viaggio e terapie negli Stati Uniti che Laura dovrà affrontare hanno però costi esorbitanti. Per aiutarla a sostenere economicamente le sue cure si può fare una donazione su youcaring.com/lauramaringoni oppure un bonifico bancario all’Iban IT48D0200846870000105014750.