Monza, la prima pietra è stata posata, ora ci vorranno 18 mesi per ultimare gli interventi per la costruzione della “Fabbria Cederna”. Il progetto dell’edificio polifunzionale si trova all’interno della vasta area dell’ex Cotonificio Cederna, affacciato su una piazza e un parco pubblico di oltre 18mila metri quadri.

Come sarà?

La forma che assumerà la nuova costruzione riprende la sagoma dei capannoni industriali adibiti all’attività di tessitura, con copertura a falde in laterizio e lucernari a shed per l’illuminazione zenitale, e ingloba una ciminiera ancora esistente della vecchia fabbrica. Ampi finiestroni si affacciano sul parco con un’ampia pensilina e costituiscono un transito simbolico tra lo spazio pubblico esterno e quello museale.

Quali servizi offrirà?

La superficie al pian terreno è di circa 1200 metri quadri e consente lo svolgimento di attività polifunzionali di carattere convegnistico e formativo, oltre a poter ospitare mostre e presentazioni. Un altro locale di circa 200 metri quadri, dotato di servizi è destinato a spazi per attività di co-working o altre funzioni autonome. Sono inoltre previsti ampi servizi per il Museo Etnologico e del Lavoro di Monza e Brianza: si potrà, così, finalmente dare una “casa” ai reperti e ai documenti attualmente ospitati in alcuni locali del Teatrino di Corte della Villa Reale. Alcuni uffici di servizio si sviluppano su un soppalco di circa 100 metri quadri ed è prevista una caffetteria che si affaccia sulla piazza e sul parco, con un cortiletto per allestimenti all’aperto.

Leggi anche:  Il vincitore di Sanremo Giovani a Giussano

Gli artefici

La progettazione è stata sviluppata dai vincitori dell’apposito concorso di idee indetto nel 2006: gli architetti Elena Verri, Massimo Peronetti e Alessio Riva, in collaborazione con i progettisti del Piano Litha – Cederna, l’ingegnere Lonati e il geometra Alberto Balconi.