Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato il progetto di legge per l’ampliamento dei confini del Parco delle Groane, con l’accorpamento della riserva naturale Fontana del Guercio e del Parco locale di interesse sovracomunale (Plis) della Brughiera Briantea.

Parco delle Groane, via libera all’ampliamento

Relatore in Aula Lino Fossati, consigliere regionale del gruppo “Maroni Presidente – Lombardia In Testa”. “I confini del Parco – ha spiegato Fossati – vengono modificati con l’inserimento delle aree di Brughiera dei Comuni del comasco, accorpando anche il territorio compreso nel Plis della Brughiera Briantea. Composto dai comuni di Cabiate, Carimate, Carugo, Figino Serenza, Lentate Sul Seveso, Meda, Mariano Comense, Novedrate, e la Riserva Naturale della Fontana del Guercio. Crescono così le aree salvaguardate nella riserva e viene accolta la richiesta della Comunità del Parco del Mincio e delle amministrazioni comunali di Mantova, Rodigo, Curtatone e Porto Mantovano”.

Un territorio con significativi valori ambientali

“L’ampliamento riguarda un’area di oltre 226 ettari a cui si aggiunge una fascia di rispetto di oltre 71 ettari. Si tratta di un territorio che racchiude significativi valori ambientali, con presenze forestali importanti e residui ambiti di vegetazione a brughiera, strategico per il potenziamento della rete ecologica. Numerose sono le cascine, testimonianze dell’architettura agricola locale e le fornaci, tracce di archeologia industriale che si aggiungono a quelle che già caratterizzano altre parti del parco. Il territorio del Plis – ha concluso il relatore – è attraversato da un’estesa rete sentieristica, di oltre 100 chilometri di sviluppo, che arricchirà ulteriormente la fruibilità del Parco delle Groane”.