Pendolari Trenord furiosi: ogni mattina costretti a viaggiare stipati in carrozze strapiene.

Pendolari Trenord furiosi: ogni mattina un calvario

A volte le parole non servono. Bastano poche immagini per capire che la situazione dei pendolari che ogni giorno occupano le carrozze dei treni Trenord è davvero complicata.

Oggi l’ennesimo sfogo sul web di uno dei tanti utenti della linea Saronno-Seregno-Milano-Albairate. In questo caso le foto sono state scattate dopo la sosta a Desio: treno già colmo, gente costretta a stare in piedi, anche sulle scale e ovviamente pesanti disagi per i pendolari che vivono quotidianamente questa situazione.

In molti si sfogano sul web si sfogano: “Poi piangeremo un’altra Pioltello” si legge tra i tanti commenti  sul gruppo di Sei di Desio se. E ancora “Ad aprile ci saranno anche delle classi delle medie in gita. Dove saliranno 60 ragazzini?”.

Non è un caso isolato

Purtroppo non è un caso isolato ma una situazione che si verifica quasi quotidianamente su molte linee Trenord che dalle province di Lecco, Brianza, Como arrivano a Milano. Alcuni giorni fa una situazione analoga è stata segnalata anche sulla linea che attraversa Seveso e porta a Milano. Con carrozze strapiene e anche qualche lieve malore.

Leggi anche:  Partita la "caccia" ai nuovi sestesi d'oro

Senza contare i disagi per i treni soppressi o in ritardo: l’ultima segnalazione lunedì sera, ben 2 ore e 5 minuti per percorrere la tratta da Milano a Desio.