Sindaco di Camparada Giuliana Carniel, c’è posta per te.

Ha rischiato la pelle per colpa di una radice sporgente sulla pista ciclo-pedonale di via Grigna ed ora vuole denunciare il Comune di Camparada se non provvederà a sistemare il manto stradale rovinato.

Ha davvero dell’incredibile l’odissea che ha avuto per protagonista, qualche giorno fa, l’86enne Paolo Beretta, l’arzillo anziano conosciuto in tutto il paese.

Il drammatico racconto

“Mi trovavo a bordo della mia bicicletta e stavo percorrendo la ciclopedonale di via Grigna – ha sottolineato Paolo Beretta, ancora visibilmente scioccato e scosso per l’incidente – Ad un certo punto sono andato a sbattere con la mia bicicletta su una grossa radice che sporge sulla pista ciclabile. Ho stortato il manubrio e sono caduto, rischiando di morire”.

Beretta, nonostante l’età e gli acciacchi, non si è perso d’animo e il giorno seguente all’incidente si è recato nel Municipio camparadese per denunciare la presenza del manto stradale rovinato a causa delle radici sporgenti delle piante.

Leggi anche:  Corrente staccata, piscine chiuse

“Non mi vogliono dare retta”

“Ho parlato con i funzionari del Comune, con i vigili e con i carabinieri ma non vogliono darmi retta – ha continuato Beretta – Anzi qualcuno mi ha consigliato di affidarmi ad un avvocato e fare causa al Comune ed è quello che farò se il sindaco Giuliana Carniel e i suoi assessori non risolveranno questa situazione. Ho saputo che anche un’altra signora è inciampata su questa grossa radice e qui si deve fare qualcosa altrimenti presto ci sarà il morto”.