Rotonda a fagiolo Codacons diffida il Comune.

Codacons diffida il Comune

Il Codacons invierà una diffida al Comune. E questo al fine di richiedere immediati interventi per rendere più sicura la rotonda di Sant’Albino, facendo così cessare il numero in continuo aumento degli incidenti nella zona in oggetto.E’ quanto emerge da una nota diffusa dall’Ente, in riferimento al sinistro avvenuto ieri, domenica 28 gennaio.

Domenica l’ennesimo incidente

“Risale a ieri l’ultimo incidente che si è verificato in corrispondenza della rotonda di Sant’Albino a Monza – si legge nel comunicato – Questa volta, fortunatamente, non ci sono stati feriti gravi. Il problema della rotonda in questione, però, è evidente. Numerosi, infatti, gli incidenti che coinvolgono automobilisti e non, nel punto in esame. E questo per la conformazione della rotonda, chiamata “a fagiolo” a causa della particolare forma dovuta all’unione di due precedenti distinte rotonde”.

Una raccolta firme per chiedere interventi

“A lungo i residenti si sono lamentatati della pericolosità della rotonda – si precisa – Ma nonostante questo la Pubblica Amministrazione non ha mai agito per rendere più sicura il rondò in questione. I cittadini, inoltre, esasperati dai continui incidenti, hanno anche organizzato una raccolta firme per rendere il tratto di strada meno rischioso. Le autorità si sono dette aperte a cambiamenti nel merito. Ma è tuttavia necessario agire il prima possibile, in modo da interrompere definitivamente la lunga serie di incidenti che purtroppo sono sempre più frequenti”.