Rugby solidale per dare un “calcio” alla mafia. Ieri pomeriggio, sabato 10 marzo, nell’impianto sportivo monzese di via Rosmini è andato in scena il torneo per sostenere i “colleghi” siciliani della palla ovale, vittime di un codardo agguato mafioso. Un evento per raccogliere fondi a favore dei “Briganti” di Librino.

Rugby solidale

Hanno i volti induriti dai placcaggi, i corpi interamente ricoperti di fango, ma l’animo gentile. I «Bad Panda», squadra monzese di rugby con sede nell’impianto sportivo di via Rosmini, hanno promosso e organizzato una raccolta fondi per sostenere i «Briganti» di Librino, team siciliano recentemente rimasto vittima di un agguato nel corso del quale è andato in fiamme l’intera struttura. Sabato, infatti, la società monzese ha ingaggiato una decina di squadre da tutta Italia che si sono sfidate sul campo per solidarietà. Agli iscritti è stato chiesto di lasciare una donazione. Un’offerta, insomma, che verrà interamente devoluta ai colleghi siciliani della palla ovale. E al termine delle partite, cassoeula per tutti.

Leggi anche:  Sul Lambro il Festival delle lingue dialettali