Calò (Besana) piange don Bruno Castiglioni, storico ed amatissimo ex parroco. Se ne è andato stanotte, a Mozzate (Como), paese d’origine nel quale era tornato dopo aver lasciato Besana nel 2013.

Addio a don Bruno
Addio a don Bruno

Addio a don Bruno

Don Bruno aveva compiuto 80 anni il giorno dell’Epifania. Un compleanno importante, come da tradizione festeggiato insieme ai parrocchiani di Calò che, nonostante la distanza, erano sempre rimasti nel suo cuore e lui nei loro.

Per trentuno anni è stato non solo parroco sotto il campanile dei Santi Vitale ed Agricola, ma anche amico, confidente, punto di riferimento dell’intera frazione. Dal fisico gracile ma forte come una roccia, artefice e compagno dei grandi cambiamenti che hanno segnato la storia della comunità.

“Ho sempre svolto il mio servizio con umiltà, disponibilità verso tutti, a qualsiasi ora” aveva detto il sacerdote nel 2011, in occasione della festa per i trentanni di permanenza a Calò. “Non mi è mai rincresciuto lavorare, nemmeno di fronte a casi che mi hanno tolto il sorriso dalle labbra. Ho sofferto, ma per questo ho amato. Anche se sono dovuto retrocedere, non ho mai voluto dare fastidio a nessuno. La disponibilità di oggi è uguale a quella di un tempo; non ho pretese, voglio solo servire”.

Leggi anche:  Al Parco di Monza scatta l'allarme serpente

I funerali di don Bruno saranno celebrati lunedì pomeriggio, alle 14,30, a Mozzate.

Meno di un mese fa l’addio a don Antonio

Non è passato nemmeno un mese dalla morte di un altro punto di riferimento della comunità religiosa besanese.  Il 17 marzo scorso, infatti, Villa Raverio aveva detto addio al suo pastore, don Antonio Salvioni.