Un risultato inaspettato e bellissimo per i bambini, i genitori e gli educatori dell’oratorio San Giovanni Battista. Il loro presepe si è infatti aggiudicato il terzo premio al concorso dei presepi indetto dalla Diocesi di Milano, dalla Fom, per la categoria oratori.

Felicissimi per la vittoria

Era la trentesima edizione, San Giovanni Battista ha partecipato sia come parrocchia che come oratorio. La raccolta adesioni era avvenuta prima di Natale. “Sono felicissimo di questa vittoria – ha commentato don Pietro Guzzetti – Un piccolo segno che dimostra come vale la pena collaborare all’interno della parrocchia. E’ importante il significato che viene da questo premio.  Vuol dire che assieme possiamo fare delle belle cose e il fatto che venga riconosciuta questa bellezza. Certo, serve in una comunità che tutti si mettano in gioco”.

Don Pietro: “Un grazie a chi ha collaborato alla realizzazione”

Quindi i ringraziamenti: “Un grande grazie ai genitori che mi hanno affiancato con la realizzazione e con l’ideazione di questo presepe”. E’ realizzato con cinque parole chiave legate all’Avvento e al Natale, tutte in pasta di sale. Sono: attesa (per creare lo spazio in cui accogliere il Signore), popolo (la comunità cristiana), meraviglia (per tornare ad essere capaci di spalancare gli occhi e aprire la bocca in uno “wow” di stupore ai piedi della capanna), dono (Dio si fa dono per noi e ci chiede di essere noi stessi dono per gli altri), luce (che illumina ogni uomo). Tutti i personaggi dello sfondo sono realizzati con il feltro. “Un grazie alle aziende della zona che ci hanno donato il materiale”. Il presepe è stato realizzato durante i laboratori dell’Avvento. A Milano a ricevere il premio nella sede Fom c’era una delegazione della parrocchia con don Pietro Guzzetti.

Leggi anche:  Rifiuti davanti ai cassonetti dell'Humana e persone sorprese a rovistare