Ha investito un extracomunitario in bicicletta e si è dato alla fuga. Ma la prontezza di riflessi di alcuni testimoni ha permesso alle forze dell’ordine di risalire al proprietario della macchina che è stato prontamente denunciato.

Drammatico incidente stradale, che avrebbe potuto avere delle conseguenze ancor più gravi, quello avvenuto venerdì sera, una manciata di minuti poco dopo le 22.30 al confine tra Arcore e Villasanta, sotto il cavalcavia ribattezzato del “Gigante”.

Ad avere la peggio un 56enne che lavora a Villasanta

Ad avere la peggio è stato un 56enne, nato in Nuova Guinea e in Italia con regolare permesso di soggiorno e impiegato nel comparto industriale di via Mameli, un tempo di proprietà della Albertini di Villasanta.

L’uomo, in sella alla sua bicicletta, aveva da poco finito il turno di lavoro e si stava recando alla stazione ferroviaria di Arcore per prendere il treno e fare ritorno a Ponte San Pietro, nel bergamasco, dove vive insieme alla sua famiglia.

Ma, una volta arrivato all’altezza del cavalcavia del “Gigante”, mentre pedalava in direzione Arcore, è stato brutalmente investito da una auomobile “Nissan Qashqai” con a bordo un sessantenne, residente ad Arcore, risultato ubriaco dopo l’esame con l’etilometro a cui è stato sottoposto.

L’investitore si è dato alla fuga senza fermarsi

L’arcorese, dopo aver investito il ciclista, non si è  fermato a prestare soccorso ed è scappato via, proseguendo la sua corsa fino a casa.

Leggi anche:  Matteo Bussola ospite alle Scuderie di Arcore

Ma, fortunatamente, in quel momento diversi testimoni sono riusciti a prendere il numero di targa dell’automobile e alcuni ragazzi che hanno assistito alla scena si sono anche premurati di inseguire il 60enne.

Testimonianze che sono successivamente servite per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro e per risalire al colpevole. Quest’ultimo, una volta raggiunto dai carabinieri, è stato immediatamente interrogato. E’ stata verificata la targa della sua automobile ed è stato ispezionato il suo veicolo.

Successivamente è stato sottoposto ad “Alccoltest”, i cui valori hanno evidenziato un tasso alcolemico nel sangue di gran lunga superiore ai parametri consentiti dalla legge.

L’uomo è stato denunciato per guida in stato di ebrezza, omissione di soccorso e lesioni provocate da incidente stradale.

Quindici giorni di prognosi per la vittima

La vittima è stata immediatamente soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata all’ospedale di Vimercate, in codice giallo, per accertamenti. La prognosi è di 15 giorni e il 56enne ha riportato un forte trauma cranico, ma, fortunatamente, non è in pericolo di vita.

Carabinieri e Polizia locale di Villasanta sul posto

A rilevare l’incidente e a risalire al colpevole sono stati i carabinieri e gli agenti della Polizia locale di Villasanta. Proprio questi ultimi, guidati dal comandante Maurizio Carpanelli, sono stati i primi ad intervenire sul luogo del sinistro in quanto avevano appena terminato il servizio a San Fiorano in occasione della gara podistica delle Cascine.