Nelle farmacie comunali arriva la App. Agli ingressi dei cimiteri le telecamere. Una App per avere le farmacie comunali a portata di mano e telecamere e sbarre per tenere alla larga delinquenti e incivili dai cimiteri. Sono le due novità che Luca Zardoni, fresco di riconferma al vertice di Assp di Cesano Maderno (e nominato dal sindaco Maurilio Longhin amministratore unico), ha intenzione di apportare nel breve periodo.

Terzo mandato consecutivo in Assp

Classe 1962, casa a Bovisio Masciago, Zardoni si appresta ad iniziare il suo terzo mandato consecutivo: dopo sei anni da presidente, per i prossimi tre sarà amministratore unico della società che è stata fondata nel 1996 e che si occupa della fornitura di numerosi servizi pubblici quali la gestione di farmacie comunali a Cesano, Meda e Varedo e, nella sola Cesano, la gestione dei cimiteri, dei parcheggi a pagamento e delle pubbliche affissioni.

La novità della nomina ad amministratore unico (adeguamento ai dettami della riforma Madia) è stata presentata ai soci riuniti in assemblea per il rinnovo degli organi sociali e per l’approvazione del bilancio 2017, che segna un utile di 555mila euro, 100mila in più rispetto a quello dei dodici mesi precedenti.

Le novità per le farmacie

“L’obiettivo numero uno – spiega Zardoni – adesso è far crescere ancora le farmacie comunali. Oggi ne gestiamo quattro a Cesano, una a Meda e una a Varedo: mentre stiamo avviando contatti con l’Amministrazione di Varedo per proseguire la gestione, stiamo cercando altre opportunità, stringendo accordi con nuove Amministrazioni brianzole». Tra gli obiettivi da centrare prima dell’estate, quello di installare fuori da tutte le farmacie (come già fatto in piazza Procaccini e a Varedo) defibrillatori salvavita. E’ inoltre allo studio una App che consentirà ai cesanesi di avere il proprio farmacista di fiducia sempre a portata di mano con consigli, informazioni, prenotazioni, ordini, richieste di prodotti e servizi.

Leggi anche:  Festeggiano i sessant'anni a Roma

Le novità per i cimiteri

Fuori dai due cimiteri di Cesano saranno invece installate telecamere per scoraggiare le intrusioni di ladri (che nei mesi scorsi hanno fatto razzia sulle tombe di Cassina Savina) e vandali. “Tutti gli accessi saranno videosorvegliati. D’accordo con il sindaco Longhin– continua Zardoni dagli uffici di via Garibaldi – posizioneremo anche una sbarra che inibisca l’uso notturno del posteggio al fianco del cimitero di Cesano, e scoraggi così l’abbandono di rifiuti e i ritrovi sospetti. Cercheremo, per quanto possibile, di scoraggiare le intrusioni dei malintenzionati nei due cimiteri”.