Vaccini in Lombardia. Gallera: “Nessun bambino resterà a casa da scuola”

Incontro in Regione sui vaccini

“L’11 settembre nessun bambino rimarrà a casa. Abbiamo predisposto una procedura, che verrà approvata dalla Giunta lunedì prossimo e che consentirà anche a coloro che non presenteranno alcuna documentazione entro il 10, di usufruire di un percorso che li porti o a recuperare una disattenzione o a superare attraverso un colloquio personalizzato con specialisti dei Centri vaccinali, i dubbi e le resistenze”.

Così l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel corso della conferenza stampa sui vaccini che si è tenuta questa mattina a Palazzo Lombardia.

La procedura valida anche per nidi e materne

“La procedura – ha sottolineato l’assessore – varrà in maniera cogente per gli asili nido, le cui regole di accreditamento sono di nostra competenza e potrà essere fatta propria da tutte le altre istituzioni o enti che hanno competenza sulle scuole materne. A tal fine, per avviare un percorso di condivisione abbiamo già preso contatti con Anci, Assonidi e Fims e venerdì li incontreremo”.

L’autocertificazione

Per chi è già in regola con le vaccinazioni, ha spiegato l’assessore, la procedura è semplicissima: basterà collegarsi telematicamente ai siti di Regione Lombardia o Ats o Asst oppure recarsi direttamente a scuola per ottenere il modello da compilare per l’autocertificazione. Nessuna coda allo sportello dunque per le famiglie lombarde. Per coloro non sono in regola e per i quali la legge prevede la “formale richiesta di prenotazione alla Asl” – ha ricordato il titolare regionale della Sanità –  è sufficiente una mail con pec certificata, una raccomandata con ricevuta di ritorno o la richiesta direttamente al Centro vaccinale.