Ennesimo atto di vandalismo all’ingresso della scuola primaria “Gianni Rodari” di Molinello a Cesano Maderno. E Francesco Romeo, papà di uno studente e capogruppo Pd in Consiglio comunale, invoca le telecamere.

Nel mirino i cestini dell’immondizia

Nelle ultime settimane i vandali hanno bruciato il cestino all’angolo tra le vie Stelvio e Misurina e hanno sradicato altri raccoglitori dell’immondizia posizionati da poco nel posteggio principale, in sostituzione di quelli che erano stati divelti. Ma i porta rifiuti non sono l’unico obiettivo. “L’anno scorso – denuncia Romeo in un post che ha fatto il giro dei social e ha aperto il dialogo – è stato imbiancato il muro di cinta. Dopo solo pochi mesi, il muro è stato imbrattato nuovamente”.

Da qui la richiesta di occhi elettronici. “La via Misurina – spiega Romeo – è pedonale e nelle ore notturne è poco frequentata, così da permettere a questi maleducati di distruggere ogni cosa. Ritengo che questo sia un luogo ideale per una telecamera 360 gradi, anche per garantire la sicurezza dei bambini durante tutte le ore diurne”.

Leggi anche:  La storia del terrorista ucciso a Sesto dalla Polizia diventa un film

Il Comune, ricevuta la segnalazione dell’ultimo atto vandalico, ha provveduto a rimpiazzare i cestini danneggiati. Intanto, l’assessore alla Sicurezza, Salvatore Ferro, prende nota della richiesta di mamme e papà.