In sei mesi 270 sanzioni per errato conferimento dei rifiuti nei sacchi della raccolta a domicilio. Le multe vanno da 40 a 150 euro. E’ il primo bilancio del vigile ecologico attivato a luglio dall’Amministrazione comunale.

Impegnati gli operatori di Gelsia Ambiente

L’iniziativa vede impegnati gli operatori di Gelsia Ambiente che sono stati incaricati di controllano la correttezza del conferimento dei rifiuti da parte dei cittadini. Il dato raccolto ha convinto l’Amministrazione comunale a prorogare questo servizio di vigilanza per altri tre mesi, fino al 31 marzo 2018, visto che a breve sarà introdotta l’importante novità del sacco blu con microchip per la raccolta del rifiuto indifferenziato. Grazie al sistema identificativo verrà misurata la quantità di spazzatura prodotta da ogni singola utenza, con l’obiettivo di applicare una tariffa puntuale più equa e rispondente al principio «meno inquini meno paghi».

Attenzione alle anomalie nel conferimento dei rifiuti

La figura del vigile ecologico è stata istituita per educare i cittadini ad avere la giusta attenzione al conferimento dei rifiuti e per accertare che l’esposizione dei sacchi avvenga rispettando giorni e orari stabiliti dal calendario per il ritiro. I due operatori di Gelsia Ambiente, opportunamente formati e autorizzati a svolgere questo ruolo da un decreto di nomina sindacale, hanno la facoltà di controllare all’interno dei sacchi esposti e di comminare multe laddove si rilevano anomalie.