Il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni – in visita questa mattina a Monza per la firma dell’accordo di programma sulla valorizzazione della Villa Reale e del Parco – aveva dichiarato di “sognare per la Villa il riconoscimento di patrimonio dell’Unesco”.  Ora la replica del Movimento 5 Stelle.

Villa Reale patrimonio Unesco. Volano gli stracci tra Maroni e M5s

“Maroni non sa o finge di non sapere che il riconoscimento della Villa e del Parco come patrimonio dell’umanità è già stato negato dall’Unesco in passato a causa della presenza invasiva dell’autodromo”. Sono queste le parole di Gianmarco Corbetta Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lombardia dopo le dichiarazioni di Maroni di questa mattina.
“Sono più di 10 anni che ad ogni campagna elettorale i partiti tirano fuori questa storia… Maroni se ne faccia una ragione: il riconoscimento dell’Unesco e la presenza dell’autodromo nel Parco sono in antitesi tra loro. La botte piena e la moglie ubriaca non si possono avere”.

Il Gran Premio non è a rischio

E proprio in relazione all’Autodromo lo stesso Maroni questa mattina ha voluto rassicurare tutti:  “Il GP di Monza non può essere a rischio per un errore burocratico. Se il problema è un aspetto formale di scrittura, questo si corregge”.
Il Presidente ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano un commento relativo al possibile rischio per lo svolgimento del prossimo Gran Premio di Formula 1 sul circuito del capoluogo brianzolo legato a una indicazione nella legge di stabilità.