Vergognoso atto vandalico nel Parco di Villa Borromeo.

Mani ignote hanno infatti danneggiato la scritta dipinta sulla panchina rossa che si trova all’ingresso del parco di Villa Borromeo ad Arcore.

Si tratta di un simbolo, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale arcorese in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

Parte della scritta cancellata

Parte della scritta originale è stata in fatti cancellata.

Oggi si può solamente leggere: “Amore lascia tracce”.

La scritta originale era, invece: “Il vero amore non lascia tracce” ed era stata realizzata in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne e realizzata con il contributo dell’associazione “White Mathilda”.

Duro lo sfogo del sindaco Rosalba Colombo: “Non intendiamo in nessun modo sottovalutare questo ennesimo episodio che rende brutta la città. La panchina rossa ha un significato importante, una portata culturale e psicologica devastante, soprattutto in un periodo nel quale assistiamo, ogni giorno, ad un aumento esponenziale della violenza contro le donne”.

Imbrattata anche la piccola biblioteca itinerante di via Golgi

Un episodio che fa il paio con quanto accaduto qualche giorno fa in via Golgi, dove i vandali hanno imbrattato una delle tre bacheche (piccole libere librerie) realizzate dall’Associazione Melting Pot con il patrocinio del Comune di Arcore.

L’appello dell’associazione “Melting Pot”

“Si tratta di un progetto nato da un gruppo di persone che crede fermamente all’ idea che il proprio territorio sia realmente di ciascun cittadino e proprio per questo ogni cittadino possa creare “bellezza” attraverso diverse forme, per valorizzarlo e per condividere con gli altri – Si legge sul profilo Facebook del sodalizio –  Noi abbiamo scelto il libro, in quanto pensiamo che raccolga in sé crescita, immaginazione , condivisione e partecipazione. Infatti grazie a uno splendido gruppo di volontari che dedica ormai da più di un anno ,un pizzico del proprio tempo per gestire le piccole libere librerie ,siamo riusciti a creare ” bellezza” e arricchimento.
Nei prossimi giorni sistemeremo la bacheca , nel frattempo chiediamo alle persone di mettere da parte l ‘indignazione e piuttosto di diventare loro stessi portatori di “bellezza” . Ad esempio diventando volontari delle piccole libere librerie (meltingpotarcore@gmail.com) e aiutandoci a diffondere questo messaggio di valorizzazione del proprio territorio, del prendersi cura delle cose di tutti e di creare condivisione ; in modo che episodi come quello del 12 gennaio possano diventare un lontano ricordo. L’invito e’ esteso anche alle persone che hanno imbrattato con la bomboletta. Venite, vi spieghiamo il senso del fare in positivo, anziche’ imbrattare…e’ molto piu’ utile e creativo. Ci vediamo domenica 21 gennaio ore 15.30 .Vi aspettiamo numerosi”.