Commenti Recenti

ma vietare questi animali nei centri urbani sarebbe antipopolare ?

21 giugno alle 22:10

Non capisco perché ormai divertirsi debba per forza coincidere con fare cagnara….il tuo diritto al divertimento finisce dove inizia il mio diritto a non essere disturbata, soprattutto nelle ore notturne…ma ormai la quiete pubblica in Monza è solo un miraggio.
Il Parco di Monza, uno dei parchi più belli d’Europa, ormai è lo specchio del degrado urbano della città e non vi è alcun rispetto per la sua fauna e la sua flora. Possiamo considerarlo ormai un solo grande parco dei divertimenti e una grande piazza per lo spaccio.

21 giugno alle 11:07

Scusate la precisazione ma Niguarda è al top per la cura dell’epilessia con 120 casi operati all’anno, praticamente il 50% in Italia di cui 1/3 su minori presso il centro Munari che esiste da 20 anni.
Per i ragazzi, in particolare, il CREI che ha sede presso l’ospedale Fatebenefratelli indirizza al Centro Munari i casi che gestisce e che sono operabili. E sempre al centro Munari arrivano medici da tutto il mondo per apprendere le tecniche chirurgiche e l’utilizzo dei macchinari all’avanguardia. Lo dico per esperienza personale, tantissima stima al San Gerardo, ma andiamoci piano con il sensazionalismo.

19 giugno alle 12:27

è uno scandalo che una struttura del genere (più le altre vecchio ospedale e vecchio alloggio per le infermiere) vengano lasciate marcire senza che nessuno da decenni si dia l’onere di fare qualcosa;oltretutto gran parte di questi edifici fanno parte del centro di Vimercate e questo è sicuramente uno sfregio alla riqualificazione di alcune zone avvenuta in questi anni.
Da anni vogliamo capire che ne sarà di tutti questi immobili abbandonati,quando vedremo la fine dei lavori di riqualificazione di Villa Sottocasa e cosa si può fare per l’ennesimo scempio edilizio che possiamo ammirare davanti ad Assi .

19 giugno alle 10:28

Questa manovra del passaggio a livello e’ una vergogna prima cosa a insaputa di noi cittadini Arcoresi si sa le cose quando e’ gia’ stato tutto fatto. Poi faranno la rotonda in via croce (cavalcavia peg) risultati sarà imbuto con code disastrose e questa la chiamano sicurezza. (Tipo rotonda di Peregallo). AMBREUS

19 giugno alle 08:36

Concordo con la lettrice. Per festeggiare San Giovanni non sono necessari i fuochi artificiali. Monza ricorda ogni anno i due suoi patroni con i dovuti festeggiamenti, tra l’altro molto ben organizzati e suggestivi. Al posto dei fuochi artificiali si potrebbero ampliare le altre manifestazioni che si tengono in onore di San Giovanni e San Gerardo.

18 giugno alle 21:48

buongiorno a tutti, sono d’accordo con la richiesta di cancellare i fuochi.
cancelliamo i concerti e tutti gli spettacoli per il santo patrono.
si spendono soldi dei contribuenti e non abbiamo il diritto di divertirci perchè non lavoriamo.
quando avremo recuperato in europa potremo pensare a nuove forme di divertimento. adesso lovoro, lavoro solo lavoro.
grazie

18 giugno alle 13:39

Si prenda esempio dalla Sindaca di Lentate.!
Questa gente falsa e bugiarda si conquista sempre nuovi spazi
approfittando dell’indifferenza delle Autorità !

16 giugno alle 07:22

Ma il motivo qual’è esattamente? ci fate morire così la mattina..ore di coda adesso per andare a lavorare! avete chiuso in ingresso la via torino da cormano, ora la chiusura del collegamento tra via La Cava e via Beccaria (svincolo Bollate-Cormano) ed infine il collegamento per bollate sulla rho monza! ci avete rovinato la vita !! chi ha progettato tutto questo dove l’ha presa la laurea ??? perchè isolare Paderno e Bollate in questo modo? ma provate gusto a rendere ora la vita di lavoratori impossibile?? assumete gente competente perchè avete combinato un disastro!!

15 giugno alle 14:27

Questo e un problema serio speriamo che si riesca a risolverlo chi riesce merita davvero un monumento

14 giugno alle 21:44
Da Silvio Pammelati su Parco, sì ai cani e divieto di fumo

Gentile direttore,
recentemente il presidente Codacons Marco Maria Donzelli ha dichiarato che vietare il fumo in spiaggia non è una pretesa di limitare la libertà personale, ma una forma di tutela verso chi non fuma e non deve essere costretto a respirare il fumo passivo del vicino di ombrellone.. Segnalando che sul pacchetto di sigarette non compare più la frase “il fumo danneggia chi ti sta attorno” viene seriamente da pensare al Centro di Sanità mentale come luogo adatto a tale individuo.
Silvio Pammelati Roma
Il Tempo 23 luglio 2017

7 giugno alle 17:45

Mi dispiace molto eranil mio medico da anni

2 giugno alle 16:46

Grazie…ho letto l’articolo con lacrime di commozione per quanto descritto col battito del cuore..infinite grazie..anche io ho l’Africa nel cuore ..Spero un giorno di poter donare anche il mio contributo in uno dei luoghi più meravigliosi della terra.un abbraccio.

1 giugno alle 22:51

Ci sarà una diretta su Facebook?

31 maggio alle 16:05

Egr. sig. Virtuani, premesso che togliere la foto del Presidente della Repubblica non è un bel gesto; spieghi lei però ai cittadini perché non vi fate sentire quando tolgono i crocefissi!!
Ps. Non sono un leghista.

31 maggio alle 09:01

Se non si investe nei treni locali sarà sempre peggio.
Ma i trasporti locali non interessano a nessuno.

30 maggio alle 17:29

Il PdR Mattarella, indipendentemente dalle valutazioni politiche di quanto è successo ieri a Roma, deve essere ben visibile con una sua immagine in tutti gli uffici comunali di rappresentanza pubblica: dalla sala del Consiglio comunale, alla sala del Sindaco sino alla Biblioteca comunale e Centro Anziani. E’ il suo ruolo piaccia o meno. Mettere il guerriero lumbard è solo una mossa pubblicitaria che finisce la sua funzione il giorno dopo averla promossa. In Comune si rappresenta tutti, come Mattarella (piaccia o no).

ANDREA BRACCIALI
Consigliere comunale di minoranza RENATE – MB –

ps: per intenderci: penso che ieri il Pres. Mattarella abbia commesso un grave errore istituzionale e politico.

28 maggio alle 18:24

Ubriachi di P.za Cambiaghi litigano e in parte traslocano in via Carlo Porta 10 ( ex locale posta ex pizzeria Dida).Bisogni attraverso le grate, puzza e schiamazzi. Degrado !!!!!

27 maggio alle 14:45

oggi ho assistito all’ennesimo atto di una maleducazione sconsiderata da parte di una delle solite e più rinomate e conosciute persone cafone dei Giardini Reali di Monza . Una donna bionda con un piccolo cavalier king , la quale ha l’abitudine di liberare all’interno dei giardini reali (dove vi è il divieto assoluto di lasciarli liberi) il suo cane che rincorre e attacca gli scoiattoli che vivono all’interno del parco. Oggi la signora ha pensato bene , visto che era tardi e il bar della Villa era chiuso, quindi impossibilitata a raggiungere i giardini reali dove liberare il suo cane , di lasciar scorrazzare e fare i cavoli che vuole il suo cane all’interno del fantastico Roseto della villa reale , uno dei posti che il mondo invidia per le specie , la quantità e qualità di di rose (alcune molto rare) . Io mi chiedo … ma perchè non applicano le leggi all’interno dei Giardini? Ormai sono allo sbando

23 maggio alle 21:08

La viabilità di Arcore, specie in certi orari è già un disastro adesso.
Figuriamoci quando chiuderanno il passaggio a livello!!!. Invece di migliorare si peggiora.
COMPLIMENTI!!!

22 maggio alle 17:03

Sono contenta sperando in un cambiamento.Correzzana deturpata da costruzioni, Correzzana dove per anni potere solo alle stesse famiglie con interessi territoriali, Correzzana che si sviluppa solo per metà, la parte alta del paese rovinata con discarica 2 acquedotti circondati da alberelli che non coprono nulla,un inceneritore che sorge su un terreno protetto sono contenta e spero che anche in questo piccolo minuscolo paese possa esserci la legalità. ..e sopratutto salvaguardare l’ambiente.Grazie a voi giornalisti che ci aiutate attraverso i vostri articoli ad esser presenti sul nostro territorio.

22 maggio alle 00:04

Grazie a tutti i volontari della CRI di Montorfano per l’entusiasmo che mettete nelle attività quotidiane Siete l’esempio dell’impegno concreto di chi sa rispondere ai bisogni della propria realtà grazie ancora… HD

18 maggio alle 12:15

Chissà adesso il rispetto delle regole come verrà facilmente rispettato visto che sono state emanate dalla nostra giunta comunale. Forse prima queste regole non c’erano…….

17 maggio alle 19:41

Sapete se ci sono riusciti?

15 maggio alle 06:42

Forse ci vorrebbe un semaforo a chiamata. L’attuale sistema non è efficace. attraversare la strada in quel punto è troppo rischioso. Anni fa venivano effettuati dei servizi di controllo da parte delle forze dell’ordine e gli anziani ed i ragazzi attraversavano in sicurezza.

14 maggio alle 23:37