E’ di nuovo allarme in pieno centro a Lissone. Nella notte una banda di vandali ha dato a fuoco le coperture in plastica della “piazza dei bambini”. La situazione, dopo gli episodi di qualche mese fa, ha letteralmente oltrepassato il limite.

La piazza dei bambini nel mirino dei vandali

Ancora sono in fase di accertamento le modalità con qui la struttura posta al centro di piazza Craxi è stata data alle fiamme. Ma pare essere scontata, anche in questo caso, la volontà di qualche vandalo di mettere a ferro e fuoco un angolo del centro cittadino.

Purtroppo constato che i vandali, stupidi, arroganti, ignoranti non capiscono nulla; senza il buonsenso e l’intelligenza non so dove finiremo.

Questo è stato lo sfogo dell’assessore ai Lavori pubblici, Marino Nava, che nella notte è stato avvertito delle operazioni dei Vigili del fuoco di Lissone, intervenuti per domare le fiamme.

L’ira delle “Mamme di Lissone”

Sono amareggiate, deluse e ovviamente arrabbiate. L’associazione “Noi mamme di Lissone” ci ha messo, oltre a un bel gruzzoletto in termini di soldi e offerte, anche anima e cuore per la riqualificazione della piazza.

Leggi anche:  Scontro auto moto 67enne finisce in ospedale FOTO

Piazza Craxi, riqualificata grazie alla collaborazione di associazioni e Amministrazione comunale, non è la prima volta che finisce nel mirino dei vandali. Qualche settimana fa dei ragazzotti avevano tagliato con un coltello le “vele”.

L’area, che si trova dietro il Palazzo delle poste, è da sempre ritrovo di compagnie di ragazzi. Alcuni giovani, tutti minorenni, nelle scorse settimane sono anche stati convocati con le famiglie nella Caserma dei Carabinieri per alcuni atti vandalici in piazza 4 Novembre negli ultimi giorni dello scorso anno.

Sul posto i Vigili del fuoco

A dare l’allarme, poco dopo le 22.30 di ieri sera, una residente della zona che ha allertato i Vigili del fuoco. I pompieri della caserma di viale Martiri della Libertà, intervenuti sul posto, hanno domato le fiamme, evitando che tutta la struttura fosse intaccata dal rogo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA