All’orizzonte ci sono sei nuovi autovelox sulle strade lissonesi. Questa è stata la decisione del Comando della Polizia locale, in collaborazione con l’Amministrazione.

Autovelox: dove saranno?

A partire dai prossimi giorni, sulle strade compariranno 6 box mobili al cui interno saranno collocati sistemi di controllo della velocità.

Nella prima fase, saranno coinvolte dalla sperimentazione via Monza, via Cattaneo e via Lecco. Entro il mese di dicembre verranno posizionate le strutture, al cui interno saranno presenti fin da subito gli autovelox.

La sperimentazione, in via iniziale, avrà durata quadrimestrale ed inizierà col monitoraggio dei punti a maggiore criticità della viabilità stradale.

Come funzioneranno?

Saranno quindi rilevate le velocità di transito dei mezzi, con particolare riferimento a quella media e a quella massima.  In seguito, sarà introdotto il sistema “VeloOk” per il contenimento degli eccessi di velocità.

Le sei postazioni collocate sul territorio saranno altamente visibili sia di giorno che di notte, grazie al caratteristico colore arancione e ai catarifrangenti.

La motivazione

Si tratta di postazioni cilindriche oggetto di sperimentazione della metodologia “VeloOk”, uno degli elementi della campagna “Attenta-Mente!” a cui ha aderito il Comune di Lissone.

Lo scopo del progetto è quello di abbattere il numero degli incidenti sulle strade urbane, sviluppando una vera e propria “cultura della sicurezza stradale”.

La scelta non costituisce una mera azione di controllo, ma è integrata in un progetto di sicurezza articolato e virtuoso che coinvolgerà direttamente la popolazione.

Ha precisato il sindaco di Lissone, Concetta Monguzzi, spiegando le motivazioni della decisione.

Si tratta della prima volta di un utilizzo degli autovelox “fissi” in alcuni punti della città; una richiesta che viene dai cittadini e mi auguro solo che nessuno ora ci venga a dire che si intende fare cassa.

Questo il commento di Ferdinando Longobardo, comandante della Polizia locale.

Leggi anche:  Biblioteca di Lissone, presto i lavori al tetto

Coinvolte anche le scuole

In questa “rivoluzione” saranno coinvolte anche le scuole elementari della città, con un’attività educativa mirata a 250 alunni per insegnare l’importanza del rispetto delle regole del Codice della strada.

La campagna “Attenta-Mente!” prevede infine anche un corso di formazione e aggiornamento rivolto al personale di Polizia locale.

Sono infatti previste quattro sedute assistite di rilevazione delle infrazioni da postazione “VeloOk” con l’innovativa apparecchiatura bidirezionale “Enves Evo”.