Atti persecutori per uno e maltrattamenti reiterati per l’altro. Nei guai sono finiti due uomini di 33 e 23 anni.

Atti persecutori e maltrattamenti, nei guai due brianzoli

Gli agenti della Polizia di Stato martedì hanno notificato a un italiano di 33 anni, domiciliato a Vimercate, una misura cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai congiunti, tutti residenti in provincia di Monza e Brianza. Il provvedimento scaturisce dai reiterati atti persecutori messi in atto dal 33enne nei confronti delle vittime già a partire dal giugno dello scorso anno.

Ieri invece, sempre gli agenti della Polizia di Stato, hanno arrestato un altro cittadino italiano, di soli 23 anni, domiciliato a Monza. Il giovane infatti si sarebbe reso responsabile di reiterati maltrattamenti nei confronti, anche in questo caso, di congiunti, conviventi. Il ragazzo si trova ora in carcere.