E’ stata una vera e propria bomba d’acqua quella che si è abbattuta sulla Lombardia nelle ultime ore. Danni e disagi si sono registrati in diverse zone, dal Lecchese al Comasco, senza dimenticare la Brianza e la zona dell’Alto Milanese. Tutti sommersi da acqua, sferzati dal vento e “bersagliati” dalla grandine che in alcuni casi ha offerto sì dei paesaggi suggestivi (prati imbiancati quasi fosse Natale!), ma ha anche creato non pochi danni tanto alle auto quanto alle coltivazioni.

Bomba d’acqua nel Meratese

Le  avvisaglie iniziali si erano avute già domenica sera, ma la prima vera bomba d’acqua si è abbattuta sulla provincia di Lecco, e in particolare tra Meratese e Casatese, nella serata di martedì.  Un temporale tanto violento da far saltare addiruttura i tombini.

 

Donna salvata nell’Alto Milanese

Attimi di paura ieri , ma fortunetamente vicenda a lieto fine nella zona dell’Alto Milanese dove una donna è rimasta intrappolata in un sottopassaggio invaso dall’acqua.

A Legnano paesaggio Natalizio

Sempre ieri il nubifragio che si è abbattuto su Legnano ha mandato in tilt la circolazione con chicchi di gradine grossi come noci che hanno imbiancato le strade.

Strade come fiumi nel Comasco

Vie trasformate in veri e propri torrenti nella serata di mercoledì nel Comasco dove i danni maggiori si sono registrati in particolare nella zona di Mariano Comense.

Leggi anche:  Scappa e abbandona l'automobile dopo lo schianto: beccata

Viabilità in tilt in Brianza

E che dire della viabilità? Ieri percorrere la Milano Meda è stato a dir poco un incubo.

Come andrà nei prossimi giorni?

Dobbiamo aspettarci nuovi nubifragi? Ecco le previsioni secondo Arpa per la nostra regione. “Oggi variabile con rovesci o temporali sparsi per il passaggio da est verso ovest di un nucleo di aria instabile sulle Alpi. Domani flusso in rotazione da ovest con il transito di una debole perturbazione atlantica sull’Europa Centrale e sul versante nordalpino. Venerdì correnti in graduale rotazione da sudovest: soleggiato sui settori orientali, variabile con instabilità pomeridiana su quelli orientali. Tra sabato e domenica un’ampia area depressionaria in arrivo dal Nord Atlantico porterà tempo perturbato su tutta la regione, con calo termico nel corso di domenica. Lunedì circolazione ciclonica con forte variabilità e afflusso di aria fresca da nordovest”.