E’ una donna di 36 anni di Desio la capotreno aggredita il giovedì 5 aprile sulla tratta Tirano-Milano. Il treno 2581 in partenza da Tirano alle 19.08 è stato costretto a fermarsi nella stazione di Delebio.

Capotreno aggredita sul treno nella tratta Tirano-Milano: è di Desio

Un pugno al volto e una ferita al labbro e al naso sono le conseguenze per la dipendente Trenord di 36 anni di Desio, aggredita giovedì 5 aprile su un convoglio partito da Tirano e diretto a Milano Centrale. Il grave gesto di violenza è stato compiuto da un giovane extracomunitario di 20 anni, bloccato subito dopo l’episodio.

L’aggressione giovedì sera

L’aggressione giovedì sera, attorno alle 20.30, a bordo del treno 2581 partito da Tirano poco dopo le 19 e diretto a Milano Centrale. Il treno si era dovuto arrestare per un guasto a un passaggio a livello tra la stazione di Cosio Valtellino e quella di Delebio. Nel tempo d’attesa, la capotreno avrebbe aperto una porta del convoglio e un giovane extracomunitario si sarebbe avvicinato per salire.

La donna l’avrebbe fermato, impedendogli di entrare mentre gli spiegava come quella non fosse una normale fermata del treno, ma una sosta per un’emergenza nella quale nessuno può salire a bordo. Il ventenne si sarebbe così immediatamente innervosito, la discussione si sarebbe fatta accesa fino allo sfociare nell’aggressione con un pugno sferrato al volto della donna.

Denunciato

L’autore dell’aggressione, invece, subito dopo l’episodio è stato bloccato. Il reparto Radio mobile dei Carabinieri è giunta sul posto e ha portato l’aggressore in caserma a Chiavenna per l’identificazione e la denuncia all’autorità giudiziaria.

Leggi anche:  Beccato con droga e anabolizzanti, lissonese nei guai

L’episodio si riallaccia alla lunga serie di aggressioni di cui abbiamo parlato nelle ultime settimane. Ad esempio quello della ragazza molestata in stazione a Desio alcuni giorni fa. CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO