Chiedevano “tangenti” ai senzatetto per dormire in aeroporto. Operazione della Polizia di Stato a Linate: sono tre i cittadini di nazionalità bulgara raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dagli agenti della Questura di Milano. Le indagini erano partite nel gennaio 2017.

Le tangenti per un posto letto al caldo

Il gruppo deve rispondere dell’accusa di estorsione in concorso. Gli arrestati applicavano un vero e proprio preziario: dai 10 ai 50 euro che i senzatetto dovevano sborsare per poter dormire al caldo all’interno dello scalo milanese, senza “avere problemi”. E altri 20, invece, qualora i clochard avessero bisogno anche di una coperta con cui coprirsi.

Indagini chiuse. E scattano gli arresti

La Polizia di Stato ha concluso nelle scorse settimane le indagini, che hanno portato all’arresto dei tre individui che chiedevano le “tangenti”. Sarebbero almeno dieci i senzatetto finiti nel mirino del terzetto.