Cliente paga lo shampoo con una banconota falsa, parrucchiera beffata. Una donna è entrata in negozio e ha chiesto uno shampoo. Ha pagato con una banconota da 100 euro, ha preso gli 86 euro di resto ed è uscita. Francesca Ciliberti si è accorta troppo tardi che quella banconota era un falso. “Sono uscita subito dal negozio ma di quella ragazza mai vista prima non c’era già più traccia”, racconta la parrucchiera dal suo “Fc acconciature” da dieci anni in via Milano, a Cesano Madermo.

La parrucchiera ha messo in guardia i colleghi

Sulla trentina, braccia ricoperte di tatuaggi, minigonna, tacchi alti, capelli castani con le punte bionde. “Insomma, non passava certo inosservata”, ricorda la parrucchiera,ancora incredula. Ad attenderla fuori un uomo al volante di una Mercedes Classe A, come raccontano i testimoni. “Prima di venire da me, l’hanno vista fermarsi davanti all’enoteca qui vicino, che però era chiusa”, continua la parrucchiera.
E’ successo alle 16 di giovedì. “Avevo il negozio pieno, e nella fretta di tornare dalle mie clienti, non ho controllato la banconota. L’avessi presa in mano subito, mi sarei accorta che era falsa”, dice Ciliberti, che ha subito sporto denuncia ai carabinieri, ha allertato gli amici commercianti e ha provveduto all’acquisto di una macchinetta per il riconoscimento delle banconote false. “Non mi era mai capitato prima una cosa del genere e non voglio si ripeta ancora. Non voglio correre il rischio di un altro raggiro”, spiega la donna dal bancone del suo salone di bellezza.