Confermato l’ergastolo per Giardiello. Anche per la Cassazione Claudio Giardiello, autore di tre omicidi nell’aprile del 2015 nel Tribunale di Milano, deve restare in carcere a vita.

Questa la decisione a seguito del ricorso dell’immobiliarista di Brugherio, catturato il 9 aprile di tre anni fa a Vimercate, dopo una fuga rocambolesca.

Ha ucciso tre persone nel Tribunale di Milano

L’uomo, travolto dai debiti, aveva fatto fuoco in un’aula del Tribunale di Milano dove era in corso un processo che lo riguardava. Aveva ucciso l’avvocato Lorenzo Clapis Appiani e  l’ex socio Giorgio Erba. Po si era spostato negli uffici e qui, nella sua stanza,  aveva freddato il giudice Fernando Ciampi. Altre due persone erano rimaste ferite.

La fuga e la cattura a Vimercate

Approfittando del panico, Giardiello era riuscito a fuggire in sella al suo scooter. Intercettato, era stato poi bloccato dai carabinieri di Vimercate mentre posteggiava il suo mezzo davanti al centro commerciale Torri Bianche.