Elemosinava con un minore, donna denunciata in centro. E’ quanto emerso oggi, martedì 13 marzo in centro Monza, in occasione di un servizio contro il degrado urbano da parte del “Nucleo operativo sicurezza tattica” della Polizia locale del capoluogo brianzolo.

Donna denunciata in centro

Una donna di origini romene era intenta a chiedere le elemosina ai passanti. Ma non era sola. Vicino a lei, infatti, il figlio di soli cinque anni. E gli agenti del “Nucleo operativo sicurezza tattica” della Polizia locale monzese non hanno esitato nemmeno un secondo: l’hanno immediatamente denunciata e il figlio è stato affidato a un parente che ne poteva garantire la custodia. Ma l’intervento del “Nost” di oggi, martedì 13 marzo, non ha riguardato solo il centro storico della città di Teodolinda.

In via della Boscherona

Questa mattina, gli agenti del Comando di via Marsala sono stati impegnati in un servizio di sicurezza urbana e antidegrado. In via della Boscherona i poliziotti hanno sorpreso dei nomadi che bivaccavano. Erano a bordo del loro camper nel parcheggio del giardino pubblico. Oltre all’ordine di allontanamento, i vigili hanno posto sotto sequestro anche un altro veicolo in sosta che era privo della copertura assicurativa e al proprietario è stata ritirata la patente.

Leggi anche:  Trenord chiude le biglietterie in tre stazioni brianzole

Controlli anche in zona ospedale San Gerardo e stazione

Controlli serrati anche in prossimità della stazione ferroviaria e al San Gerardo. Qui, proprio davanti all’ingresso dell’ospedale, un cittadino straniero è stato sanzionato per la vendita ambulante in forma itinerante, vietata dal regolamento di polizia urbana. In totale sono tre gli ordini di allontanamento elevati oggi dalla Polizia locale.