In esclusiva il ritorno a Ornago di Paolo Villa. Intorno alle 11.30 l’uomo è arrivato all’Rsa “Scaccabarozzi” di via Banfi, dopo essere stato dimesso dall’ospedale San Gerardo di Monza. Ad attenderlo all’ingresso della struttura amici e parenti.

Un momento di grande commozione

Come annunciato nei giorni scorsi (leggi qui) “Paolino” è tornato a Ornago. Dimesso intorno alle 11 dall’ospedale San Gerardo di Monza, l’uomo è stato trasportato all’Rsa “Scaccabarozzi” di via Banfi, dove è arrivato verso le 11.30. Ad attenderlo amici e parenti, oltre all’avvocato Cristina Biella. Grande l’emozione e la commozione di tutti i presenti all’arrivo del pullmino messo a disposizione dai servizi sociali di Ornago.

“La soddisfazione è ernome – ha commentato l’avvocato Biella – Siamo estremamente contenti del risultato ottenuto. Un traguardo raggiunto grazie alla caparbietà dei parenti e all’attività degli avvocati. L’emozione è tanta. Paolo ci teneva tanto a tornare a Ornago. Si è commosso, qui ha tanti amici e vuole stare nella comunità. I parenti ci tengono a ringraziare l’Rsa Scaccabarozzi e la direttrice della struttura per tutto quello che hanno fatto”.

Al suo ritorno in paese, Paolo Villa ha potuto quindi toccare con mano la vicinanza dell’intera comunità ornaghese, che non gli ha mai fatto mancare il suo supporto.

“Ornago si è stretta attorno a Paolo fin dalle prime battute – ha concluso l’avvocato Biella – Dalla comunità abbiamo ricevuto una solidarietà assoluta e piena. Mai nessun cittadino di Ornago ha pensato che Paolo avesse potuto compiere un gesto del genere. Difficilmente dimenticherà l’accoglienza ricevuta”.

Sul Giornale di Vimercate in edicola da martedì il servizio completo sul ritorno a Ornago di Paolo Villa.

Leggi anche:  Ornago, chiude la filiale della FedEx