Per tentata estorsione un 32enne di Seregno finisce in carcere.

Tentata estorsione, un anno e sedici giorni di carcere

Tentata estorsione. Condannato dal Tribunale di Monza un 32enne residente a Seregno, raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare eseguita dai Carabinieri nei giorni scorsi. Tentata estorsione l’accusa, consumata fra il settembre 2013 e il marzo dell’anno successivo. Il seregnese aveva prestato qualche migliaia di euro a un amico più giovane, che in seguito non li aveva restituiti.

Le minacce alla madre del debitore

Pur di riprendersi i soldi, il 32enne seregnese aveva minacciato la madre 50enne dell’amico che poi si era rivolta ai Carabinieri. I militari quindi avevano teso una trappola al creditore. Al momento della consegna di una prima tranche del prestito, pari a trecento euro, i militari erano intervenuti per arrestare l’estorsore. Concluso il procedimento giudiziario, per il 32enne si sono aperte le porte del carcere.