Brutta avventura per una coppia di anziani residenti in via Sella a Cesano Maderno. Lunedì mattina, i due sono stati raggirati da due finti tecnici dell’Enel, che hanno portato via loro soldi e gioielli. A metà mattinata due uomini, presumibilmente italiani, si sono presentati al citofono della casa dove vivono i coniugi, entrambi di età superiore agli 80 anni, spacciandosi per tecnici Enel.

La scusa: “C’è un tombino pericoloso”

“Erano provvisti di tesserino, ma non avevano pettorine catarinfrangenti – spiega il genero della coppia – e hanno detto a mia suocera che dovevano effettuare controlli visto che nelle vicinanze c’era un tombino pericoloso, in grado di provocare scariche elettriche”. Così la donna si è convinta e ha fatto entrare i due malviventi in casa. Per i truffatori è diventato poi facile abbindolare gli anziani: “Mia suocera mi ha riferito che si è sentita come un automa, quasi fosse ipnotizzata. Ha mostrato loro dove teneva gioielli e contanti, una cosa che non ha mai fatto con nessuno, nemmeno con i suoi familiari più stretti”. I due finti tecnici sono quindi riusciti a portare via gioielli e circa un migliaio di euro che la coppia teneva in casa. Dopo l’accaduto, la chiamata ai carabinieri. “Fortunatamente non sono stati maltrattati o picchiati. questa è la cosa più importante. Ora però sarà difficile dimenticare quanto accaduto. Ormai non ci si può fidare più di nessuno. Non è neppure la prima volta che qui accade una cosa simile: un paio di anni fa un’altra coppia venne truffata allo stesso modo”, conclude il genero.