Finto avvocato per settimane ha cercato di spillare soldi ai commercianti desiani. Gli agenti della Polizia locale lo hanno smascherato e segnalato alle Procure che già stavano indagando su di lui.

Con una scusa si faceva consegnare soldi dai commercianti

Nei guai è finito un 40enne, V.R., alloggiato in città, ma ufficialmente residente a Milano. L’uomo, presentandosi nelle vesti di un legale, ha cercato di raggirare più di un commerciante. «Sono un avvocato, ho perso le chiavi di casa e non ho più soldi per pagare la benzina e raggiungere la mia fidanzata che ha le chiavi di scorta. Mi può aiutare?». Una scusa che, in diversi casi, ha attecchito.

Curato e ben vestito, un insospettabile

Il 40enne, di bell’aspetto, per riuscire nell’intento, si presentava anche ben vestito e con fare distinto. Insomma, aveva l’aria dell’insospettabile. Di fronte alle prime segnalazioni, gli agenti della Polizia locale si sono immediatamente mobilitati per riuscire a risalire al truffatore. Una volta individuato, lo hanno fermato. Di fronte agli agenti ha promesso che avrebbe restituito le modeste somme di denaro che era riuscito a farsi consegnare dai commercianti. Nei suoi confronti non sono state presentate querele. A suo carico già qualche denuncia per truffa.